Usa, occupati giugno -62.000,revisioni in calo mesi precendenti

giovedì 3 luglio 2008 15:09
 

(versione in italiano, aggiunge dettagli, reazione mercati)

WASHINGTON, 3 luglio (Reuters) - Sono diminuiti leggermente meno delle attese gli occupati non agricoli negli Usa in giugno ma i dati sia di maggio sia di aprile sono stati rivisti drasicamente al ribasso. E' il sesto mese di fila che gli occupati sono in calo.

I dati, resi noti dal Dipartimento al Commercio Usa, lasciano il tasso di disoccupazione invariato al 5,5% rispetto a maggio, confermando il livello più alto da ottobre 2004.

In giugno gli occupati sono scesi di 62.000 unità, poco più delle attese di -60.000 unità. Il dato di maggio è stato rivisto a -62.000 unità rispetto alla precedente lettura di -48.000 unità, mentre quello di aprile è stato rivisto a -67.000 da -28.000 unità.

"I dati sono in linea con le attese e mostrano che il mercato del lavoro è ancora molto debole. Non si vedono drastici tagli dei posti di lavoro, ma chiaramente le imprese stanno tentando di tenere sotto controllo i costi" dice Gary Thayer di Wachovia Securities a St Louis. "Per ora la politica monetaria della Fed può restare ferma. Un rialzo dei tassi colpirebbe l'economia".

Il mercato obbligazionario statunitense ha reagito al dato portandosi in territorio negativo dopo un iniziale rialzo, mentre gli indici di borsa sono saliti ai massimi di seduta.

Il dollaro è salito contro l'euro.

I futures sui tassi Usa sono rimasti stabili dopo che sono diminuite le prospettive di un rialzo dei tassi tra ora e fine dell'anno.