Italia maglia nera per stipendi, occupazione - Ocse

mercoledì 2 luglio 2008 17:45
 

MILANO, 2 luglio (Reuters) - Migliora la disoccupazione, rispetto agli ultimi 27 anni, ma l'Italia rimane ancora sopra la media dei 30 paesi Ocse, mentre l'occupazione rimane bassa rispetto agli altri paesi dell'area dell'Organizzazione e della Ue.

Non solo. I lavoratori italiani in media lavorano un anno più dei colleghi stranieri, ma con uno stipendio annuale inferiore alla media europea e a quella Ocse.

Sono alcuni degli aspetti riferiti all'Italia che emergono dal rapporto sull'occupazione presentato oggi a Parigi dall'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, dal titolo "Employment Outlook 2008".

DISOCCUPAZIONE MIGLIORA MA RISCHI PER MERCATO LAVORO

Lo scorso anno nel nostro paese il tasso di disoccupazione è stato del 6,1%, contro un 11,4% del 1998, rispetto alla media della Ue a 15 stati del 7% e del 5,6% Ocse. Una situazione in deciso miglioramento, sottolinea l'Organizzazione nel rapporto, "ma l'economia è ora esposta a rischi considerevoli con un effetto negativo potenziale sul mercato del lavoro", si legge nello studio.

Meno del 58% della popolazione in età lavorativa ha un'occupazione, rispetto al 66,6% della media Ocse e Ue-15, con picchi superiori al 70% in vari stati, tra cui Danimarca, Finlandia, Islanda (86%, il tasso più alto), Giappone, Svizzera, Paesi Bassi, Svezia e Usa. E l'Ocse, inoltre, avverte: "la crescita dell'occupazione rallenterà ancora nei prossimi due anni".

SI LAVORA TANTO GUADAGNANDO MENO   Continua...