PMI-TESTO-INTEGRALE/2

martedì 1 aprile 2008 13:20
 

 Output Prices Index
 A marzo, le aziende manifatturiere italiane hanno registrato
un altro aumento dei prezzi di fabbrica, il trentunesimo
consecutivo su base mensile, con poco meno del 20% delle aziende
campione che ne hanno riportato incrementi. I manifatturieri
italiani sostengono che l'incremento dei prezzi delle materie
prime, dell'energia elettrica e dei trasporti li ha spinti ad
aumentare i prezzi di listino. Inoltre l'Indice
destagionalizzato dei prezzi di vendita ha segnato 57.8, in
salita da 56.5 del mese precedente, indicando un tasso di
inflazione accelerato e il più veloce in diciassette mesi.
 Input Prices Index
 Gli ultimi dati mostrano che i prezzi d'acquisto sono
aumentati per il trentaduesimo mese consecutivo, con appena meno
del 47% delle aziende campione che riportano costi maggiori. Tra
le ragioni di questi aumenti dei costi energetici sono state
annoverate l'aumento dei prezzi delle materie prime e quello del
prezzo del petrolio. L'Indice destagionalizzato dei Prezzi
d'Acquisto ha inoltre registrato 69.0, in salita dal 67.4 del
mese precedente, mostrando un elevato tasso d'espansione che è
stato il più rapido in venti mesi.
 Suppliers' Delivery Times Index
 A marzo, attestandosi a 47.9, in salita dal 47.2 di
febbraio, l'Indice destagionalizzato dei Tempi di Consegna dei
Fornitori è stato indicativo di un notevole tasso di
allungamento, sebbene il meno marcato in quattro mesi, nonché il
trentunesimo consecutivo su base mensile. Le aziende campione
sostengono che i tempi di consegna hanno rallentato a causa
della minore disponibilità di merci presso i fornitori. Tra le
poche aziende campione che hanno riportato tempi di consegna più
rapidi, la maggior parte ha parlato di una mancanza di ordini
presso i venditori che ha alleggerito le pressioni sulle
capacità operative.
 Quantity of Purchases Index
 L'attività d'acquisto ha continuato a diminuire a marzo per
il quarto mese consecutivo e i manifatturieri italiani hanno
attribuito questo declino alla diminuzione degli ordini
ricevuti, alla volontà di diminuire le scorte ed alla mancanza
di certe materie prime sul mercato. Inoltre l'Indice
destagionalizzato degli Acquisti si è attestato a 46.3, in
discesa dal 49.5 di febbraio, indicando che gli acquisti sono
diminuiti ad un tasso sostenuto ed al ritmo più veloce dal
maggio del 2005.
 Stocks of Purchases Index
 A marzo le giacenze delle scorte di magazzino di fattori
produttivi sono diminuite dopo i due mesi precedenti di aumenti.
Le aziende campione hanno riportato di aver deliberatamente
svuotato i magazzini a causa delle avverse condizioni di
mercato, ma hanno anche menzionato ritardi nelle consegne da
parte di fornitori. Tuttavia, l'indice destagionalizzato della
Giacenza degli Acquisti si è attestato a 49.9, in discesa dal
52.2 del mese precedente ed indicativo di un marginale tasso di
contrazione.