Prezzi produzione, a ottobre visti +0,1% su mese e -6% su anno

venerdì 27 novembre 2009 16:56
 

 MILANO, 27 novembre (Reuters) - Gli economisti prevedono
che, nel mese di ottobre, i prezzi alla produzione cresceranno
dello 0,1% rispetto a settembre e scenderanno del 6% rispetto
allo stesso periodo del 2008.
 E' quanto emerge dalla mediana delle stime di dieci uffici
studi consultati da Reuters, in attesa dei dati che saranno
diffusi il 30 novembre dall'Istat.
 Si tratta di valori leggermente più alti rispetto a quelli
registrati  nel mese di settembre, quando il Ppi era sceso del
0,3% a livello congiunturale e del 6,9% su base annua.
 
 Segue tabella con dettaglio previsioni di dieci istituti
(nove per il dato annuale):
 ------------------------------------------------------------
 nome istituto                      mese        anno
 ------------------------------------------------------------
 BofAML                              ---        -6,4
 Lloyds TSB                         -0,2        -6,3
 ABN AMRO                           -0,1        -6,2
 DekaBank                            0,0        -6,1
 4CAST                               0,1         ---
 Aletti Gestielle SGR                0,1        -6,0
 BBVA                                0,1        -6,0
 ING Financial Markets               0,1        -6,0
 Moody's Economy.com                 0,1        -6,0
 BNP Paribas                         0,2         ---
 Landesbank Berlin                   0,2        -5,9
 ------------------------------------------------------------
 mediana previsioni ottobre 2009     0,1        -6,0
 ------------------------------------------------------------
 settembre 2009                     -0,3        -6,9
 ottobre 2008                       -1,7         4,1
 ------------------------------------------------------------
 ((Redazione Milano, Reuters Messaging:
elisa.anzolin.reuters.com@reuters.net, +39 02 66129692,
milan.newsroom@news.reuters.com))
 Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.
 Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia