Usa, indice Ism manifatturiero maggio a minimi da settembre 2010

mercoledì 1 giugno 2011 16:22
 

NEW YORK, 1 giugno (Reuters) - Frena la crescita dell'attività manifatturiera negli Stati Uniti in maggio, a conferma della perdita di brillantezza dell'economia Usa mel secondo trimestre dell'anno.

Ad indicarlo è l'indagine mensile dell'Institute for Suppy Management il cui indice Ism è scivolato a 53,5 punti dai 60,4 di aprile, facendo segnare il livello più basso dal settembre del 2010.

Le attese raccolte da Reuters indicavano una flessione più moderata dell'indice, a quota 57,7.

Il sottoindice relativo ai nuovi ordini nel manifatturiero, in calo a 51,0 da 61,7, tocca i minimi dal giugno 2009, mentre quello sull'occupazione nel settore, a 58,2 da 62,7, i minimi da ottobre 2010.

"È un rallentamento, non una recessione; abbiamo avuto alcuni numeri piuttosto buoni nella prima parte dell'anno, ma chiaramente il versante manifatturiero dell'economia si sta raffreddando" spiega Gary Thayer di Wells Fargo. "Gli alti prezzi energetici potrebbero pesare sulla domanda di beni e questo effetto potrebbe durare un po' più a lungo rispetto ai problemi della filiera produttiva [legati al terremoto in Giappone]".

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Usa, indice Ism manifatturiero maggio a minimi da settembre 2010 | Notizie | Macroeconomia | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    21,369.73
    -0.21%
  • FTSE Italia All-Share Index
    23,615.30
    -0.10%
  • Euronext 100
    1,027.78
    +0.00%