August 26, 2008 / 2:07 PM / 9 years ago

Russia riconosce Ossezia del Sud e Abkhazia: le reazioni

6 IN. DI LETTURA

(Reuters) - Il presidente russo Dmitry Medvedev ha annunciato oggi di aver firmato il decreto che riconosce come Stati indipendenti le regioni georgiane dell'Ossezia del sud e dell'Abkhazia.

L'indice di Borsa di riferimento Rts della Russia è sceso di oltre 6 punti percentuali oggi, incrementando le perdite iniziate con il calo dei prezzi del petrolio e la debolezza dei mercati Europei.

Di seguito, i commenti di Onu, Usa, Georgia, presidenza di turno dell'Unione Europea, dei ministeri degli Esteri e di analisti politici ed economici:

Italia, Presidente Della Repubblica Giorgio Napolitano

"L'Italia è chiamata a dare il suo contributo costruttivo, innanzitutto a sostegno delle posizioni già espresse dell'Unione Europea, nel richiamo del rispetto da tutte le parti dei principi inviolabili in cui si riconosce la comunità internazionale, e nella ricerca di soluzioni condivise alla crisi in atto".

Onu, Portavoce Del Segretario Generale Ban Ki-Moon

"Gli sviluppi di oggi potrebbero avere implicazioni più ampie per la sicurezza e la stabilità nel Caucaso".

"Il segretario generale si rammarica che gli sforzi che si stanno compiendo per trovare una soluzione comune per superare la crisi in Georgia in seno al Consiglio di Sicurezza possano subire complicazioni. Il segretario generale sottolinea fortemente l'urgente bisogno di proteggere tutti i civili che vivono nell'area del conflitto".

Usa, Segretario Di Stato Condoleezza Rice

"Voglio essere molto chiara. Visto che gli Stati Uniti sono un membro permanente del Consiglio di Sicurezza (delle Nazioni Unite), ciò semplicemente non avrà alcuna speranza di successo nel Consiglio di Sicurezza".

"Inoltre, in conformità alle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza che sono tuttora in vigore, l'Abkhazia e l'Ossezia del Sud fanno parte dei confini internazionalmente riconosciuti della Georgia e così sarà in futuro".

Ue, Presidenza Di Turno Francese

"(La presidenza dell'Unione europea) condanna fermamente questa decisione".

"(La presidenza Ue) sollecita una soluzione politica per il conflitto in Georgia ed esaminerà le conseguenze della decisione russa da questo punto di vista".

Georgia, Presidente Mikheil Saakashvili

"Questa decisione è completamente illegale, non ha basi legali".

Jaap De Hoof Scheffer, Segretario Generale Nato

"(Il riconoscimento) è in diretta violazione di numerose risoluzioni del Consiglio di Sicurezza Onu riguardo l'integrità territoriale della Georgia, risoluzioni che la Russia ha accettato".

"'Le azioni della Russia nelle ultime settimane mettono in discussione l'impegno della Russia alla pace e alla sicurezza nel Caucaso. La Nato supporta fermamente la sovranità e l'integrità territoriale della Georgia e richiama la Russia al rispetto di questi principi".

Italia, Franco Frattini, Ministro Degli Esteri

"Una balcanizzazione del Caucaso su basi etniche ci deve seriamente preoccupare".

"Si cambia il pilastro della cittadinanza e lo si sostituisce con la base etnica e ciò ci deve seriamente preoccupare".

"E' una questione che accolgo con grande rammarico e che certamente aggiunge qualche indicazione. Dobbiamo continuare a lavorare per mantenere unita l'Europa. Lo faremo nel Consiglio straordinario del 1 settembre"

"Certamente l'isolamento della Russia non è nell'interesse né dell'Unione Europea né della Nato né della Russia. Questo è l'impegno politico dell'Europa".

Gran Bretagna, Portavoce Ministero Degli Esteri

"Rifiutiamo categoricamente questo (riconoscimento) e ribadiamo la sovranità e l'integrità territoriale della Georgia".

"Ciò è contrario agli obblighi di cui la Russia si è ripetutamente fatta carico nelle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza (delle Nazioni Unite)".

Francia, Portavoce Ministero Degli Esteri

"La consideriamo una decisione deplorevole e io ricordo il nostro attaccamento all'integrità territoriale della Georgia".

Germania, Cancelliere Angela Merkel

"Questo contraddice i principi di integrità territoriale come diritto fondamentale", ha detto Merkel aggiungendo che il dialogo con la Russia dovrebbe restare aperto, nelle modalità che verranno stabilite nel Consiglio straordinario dell'Unione europea che si terrà il prossimo lunedì.

Alexander Stubb, Presidente Osce

"Il riconoscimento dell'indipendenza dell'Ossezia del Sud e dell'Abkhazia viola i principi fondamentali dell'Osce".

"La Russia dovrebbe seguire i principi dell'Osce rispettando l'integrità territoriale e la sovranità della Georgia. La Russia dovrebbe ritirare immediatamente tutti i contingenti dalla Georgia e implementare l'accordo di cessate il fuoco".

UWE HALBACH, ESPERTO DEL CAUCASO, ISTITUTO TEDESCO PER GLI AFFARI INTERNAZIONALI E DI SICUREZZA

"Difficilmente ci sarà uno Stato confinante con la Russia che non giudicherà negativamente (il riconoscimento)".

"La Russia andrà incontro ad accuse di violazione delle leggi internazionali da parte dell'Europa e di gran parte del resto del mondo. Difficilmente qualsiasi altro Stato seguirà questo (riconoscimento). La Russia resterà relativamente isolata in questo gesto, in contrasto con il riconoscimento del Kosovo".

"(L'Europa) nutre relativamente poche speranze ... riguardo a un'effettiva risposta a questa dichiarazione russa".

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below