Intesa Sanpaolo, utile netto trim3 invariato a 674 mln

martedì 10 novembre 2009 13:23
 

MILANO, 10 novembre (Reuters) - Intesa Sanpaolo (ISP.MI: Quotazione) ha chiuso il terzo trimestre con un utile netto di 674 milioni di euro, in crescita rispetto al secondo trimestre (513 milioni) e praticamente invariato rispetto a un anno prima.

Su basi normalizzate, cioè escludendo le poste non ricorrenti, l'utile risulta pari a 816 milioni di euro, spiega una nota.

Il margine di interesse si è attestato a 2.605 milioni in calo del 6,3% rispetto al trimestre precedente e del 14,4% rispetto a un anno prima. Il calo è determinato dall'abolizione della commissione di massimo scoperto con decorrenza proprio dal terzo trimestre.

I proventi operativi netti scendono quindi a 4.549 milioni (-1,2% rispetto a un anno prima), frutto di commissioni nette per 1.363 milioni (-2,7%) e di un risultato del trading per 447 milioni, anche grazie alle plusvalenze per 114 milioni derivanti dalla cessione delle quote in Natixis (CNAT.PA: Quotazione) e Banca Generali (BGN.MI: Quotazione).

Nel periodo sono stati effettuati accantonamenti e rettifiche di valore per 885 milioni.

Nei nove mesi l'utile netto consolidato è di 2.262 milioni di euro, in calo dai 3.781 milioni di un anno prima.

Al 30 settembre il Core Tier I è al 7,2%, mentre il Tier I all'8%. Considerando anche gli effetti delle operazioni straordinarie su Findomestic e Intesa Vita, i due coefficienti calcolati pro forma, sarebbero rispettivamente pari a oltre il 9,6% e il 10,8%.

Per il 2009 Intesa prevede un risultato netto superiore al 2008.

Gli abbonati Reuters possono leggere il comunicato integrale della società cliccando [ID:nBIA