PUNTO 1 - Auto Italia, maggio in rialzo 3,6%, quota Fiat a 30,1%

mercoledì 1 giugno 2011 19:25
 

(riscrive aggiungendo commenti, contesto)

MILANO, 1 giugno (Reuters) - Le immatricolazioni di auto in Italia restano deboli in linea con lo scorso anno, con gli ordini che segnano il maggio peggiore dal 1998, ma Fiat recupera quote di mercato e supera di poco il 30%.

Secondo i dati diffusi dal ministero dei Trasporti, le immatricolazioni di maggio sono state pari a 170.603 veicoli con un aumento del 3,58% rispetto allo stesso mese del 2010.

Per quanto modesto, si tratta del primo segno positivo negli ultimi 13 mesi. Il mercato fino a marzo ha segnato ribassi a due cifre a causa del confronto con un anno sostenuto dagli incentivi alla rottamazione.

Il gruppo Fiat FIA.MI (che comprende i marchi Fiat, Alfa Romeo e Lancia) ha registrato immatricolazioni per 51.342 veicoli con un aumento annuo del 4,6%. La quota di mercato si attesta al 30,09% dal 28,72% di aprile.

Secondo una nota Federauto, l'aumento di maggio, "è un dato illusorio, di un mercato caratterizzato da grandi quantità di chilometri zero che sfalsano la lettura del dato".

Le previsioni per l'anno sono ora a 1,8 milioni di veicoli circa, secondo Csp e Federauto, in calo di circa il 9% sul 2010.

ORDINI MAGGIO IN CALO

La raccolta di ordini di auto nuove in Italia si è attestata nel mese di maggio a circa 157.000 contratti, in flessione del 6% rispetto ai già bassi volumi dello scorso anno (167.300 unità). "E' il valore più basso mai registrato per lo stesso mese dal 1998", dice una nota Unrae.   Continua...