March 7, 2011 / 7:04 PM / 6 years ago

PUNTO 1-Italcementi, in 2011 priorità a solidità patrimoniale

5 IN. DI LETTURA

(Riscrive, aggiunge altri dettagli, backround)

* Outlook positivo ma incertezze su petrolio, Egitto

* In 2011 volumi attesi in crescita range 0-5%

* Impatto stimato Egitto -15 mln Ebitda ad oggi

* Piccole dismissioni non strategica in programma

di Andrea Mandalà

MILANO, 7 marzo (Reuters) - Il 2011 sarà ancora un anno di transizione ma Italcementi ITAI.MI resterà ancora impegnata a preservare la solidità dei propri bilanci con un focus su liquidità e solidità patrimoniale, grazie anche ad alcune dimissioni.

Il gruppo bergamasco beneficerà di prospettive nell'insieme più positive in un settore che ha toccato la parte bassa del ciclo e che adesso intravede dei segnali incoraggianti sul fronte dei prezzi e volumi in alcuni mercati chiave. Rimangono le incertezze legate agli aumenti dei prezzi delle materie prime, più intensi negl ultimi mesi, e ai tempi per la normalizzazione della situazione in Egitto.

E' quanto è emerso nel corso della presentazione agli analisti dei risultati dell'esercizio 2010 chiuso con un utile netto totale di gruppo di 45,8 milioni, in calo del 35,8% rispetto al 2009 e un margine operativo lordo ricorrente di 836,3 milioni, in flessione del 13,9%.

"Per il 2011 le priorità sono la solidità patrimoniale e la liquidità", ha detto l'AD Carlo Pesenti, che sul fronte dell'indebitamento non nasconde l'ambizione di scendere sotto quota 2 miliardi di euro dopo avere archiviato il 2010 con un indebitamento netto di 2,2 miliardi in miglioramento di 189 milioni da fine 2009.

"E' difficile oggi dare delle previsioni puntuali ma ognuno ha le sue ambizioni e la mia è quella di vedere l'1 davanti al numero dell'indebitamento netto", senza tenere conto di Calcestruzzi le cui attività sono ancora escluse dal perimetro di consolidamento del gruppo Italcementi, ha aggiunto l'AD.

VOLUMI 2011 VISTI IN CRESCITA RANGE 0-5%, CAPEX SOTTO 500 MLN

Relativamente ai target industriali per il 2011 Italcementi stima un incremento dei volumi di vendita in un range compreso tra 0 e 5% dopo la flessione dello scorso anno.

Segnali positivi arrivano in particolare dai mercati emergenti come Marocco, Bulgaria, India e Cina. Sui mercati maturi, l'incremento dei prezzi visto negli ultimi mesi in Italia dovrebbe contribuire alla ripresa dei margini, anche se i volumi rimarranno sostanzialmente stabili.

In Francia la redditività resterà sostenuta e in linea con il 2010, mentre si intravedono segnali di miglioramento dei volumi nel Nord America dove però i margini dipenderanno dalla dinamica dei prezzi.

E' invece ancora scarsa la visibilità in Egitto a causa dell'incertezza politica e dopo l'interruzione di una settimana dell'attività per i disordini nel paese. Nei primi due mesi dell'anno le vendite in Egitto sono scese del 20% circa rispetto al budget con un impatto sull'Ebitda calcolato ad oggi di circa 15 milioni di euro.

Tra gli altri target industriali per l'esercizio in corso Italcementi stima risparmi di costi per circa 60 milioni dopo che nel 2010 i piani di efficienza e tagli dei costi hanno permesso ulteriori risparmio per oltre 130 milioni di euro.

La guidance sugli investimenti è di una cifra sotto i 500 milioni di euro, principalmente per rendere gli impianti più efficienti e per completare la costruzione di nuovi impianti.

"Guardiamo al futuro in un modo più positivo, siamo nella parte bassa del ciclo nei mercati maturi e proveremo a trarre benefici del miglioramento delle condizioni dei mercati", ha detto Pesenti.

Piccole Dismissioni Asset Non Strategici

La situazione finanziaria e patrimoniale potrà anche beneficiare di dimissioni di piccolo taglio, dopo quella, importante, realizzata recentemente in Turchia.

"Sono asset marginali per noi, ma molto richiesti da qualche operatore sia per posizione geografica che per business. potrebbero essere società di cui siamo in minoranza", ha spiegato Pesenti specificando che si tratta di operazione "di qualche decina di milioni di euro".

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below