Coin vede Mol 2010 a 200 mln, netto 65 mln,approva piano al 2013

mercoledì 17 novembre 2010 19:55
 

MILANO (Reuters) - Il Cda di Coin GCN.MI ha approvato le stime per l'esercizio in corso e le linee guida del piano 2011- 2013.

Il consiglio, si legge in una nota, ha preso atto dell'informativa ricevuta da Financière Tintoretto in relazione all'avvio del processo volto all'eventuale dismissione della partecipazione indirettamente detenuta nel gruppo retail. In quest'ambito, "anche con riferimento alla necessità di predisporre e di mettere a disposizione di terzi alcune informazioni previsionali", il Cda ha analizzato e approvato le previsioni economiche e finanziarie relative all'anno in corso (che si chiude il 31 gennaio 2011) e le linee guida del piano triennale.

Per quanto riguarda l'esercizio in corso, "alla luce del buon andamento delle vendite del terzo trimestre e di questi primi giorni di novembre si prevede una crescita delle vendite nette di circa il +37% rispetto all'anno precedente".

Atteso anche un Mol vicino ai 200 milioni (12% sulle vendite nette), un utile netto di circa 65 milioni e un indebitamento finanziario non superiore ai 350 milioni.

Il comunicato evidenzia come i risultati previsti "saranno influenzati dagli andamenti del quarto trimestre (novembre- gennaio) caratterizzato dall'importante volume di vendite del periodo Natalizio".

Per quanto riguarda il piano al 2013, le linee guida si basano su una modesta crescita delle vendite a parità di perimetro per tutte le insegne del gruppo, sul completamento dell'integrazione di Upim, su una rilevante espansione del network in Italia e sulla finalizzazione del processo di conversione dei negozi Oviesse e Coin ai nuovi formati, prosegue la nota.

Il gruppo prevede un livello delle vendite sotto insegna del gruppo a fine esercizio 2013 (31 gennaio 2014) vicino ai 2,5 miliardi, vendite vette per circa 2,13 miliardi, Mol superiore a 340 milioni e utile netto superiore a 130 milioni.

Gli investimenti attesi nel prossimo triennio a sostegno del piano sono di poco inferiori ai 300 milioni e saranno interamente finanziati dai flussi di cassa operativi generati dal gruppo.

Il piano prevede un'elevata generazione di cassa che consentirà all'indebitamento finanziario di fine esercizio 2013 di essere vicino ai 30 milioni.   Continua...