Pininfarina, perdita netta 2009 cala dell'85% a 30,7 milioni

martedì 16 febbraio 2010 20:46
 

MILANO, 16 febbraio (Reuters) - Pininfarina (PNNI.MI: Quotazione) ha chiuso il 2009 con una perdita netta di 30,7 milioni di euro, ridotta dell'85% rispetto al rosso del 2008 grazie in particolare al contributo della gestione operativa e della gestione finanziaria.

Lo dice una nota della società sul preconsuntivo del gruppo relativo all'esercizio 2009, sottolineando che i risultati sono in linea alle previsioni del piano finanziario alla base dell'accordo quadro sottoscritto con le banche a fine dicembre 2008, rispettando i convenat previsti dall'accordo di riscadenziamento.

Il risultato operativo è pari ad una perdita di 35,9 milioni, in deciso miglioramento dai -177,8 milioni dell'anno precedente ed è il risultato di perdite gestionali per 25,5 milioni e svalutazioni straordinarie per 0,4 milioni di euro, queste ultime a causa principalmente dalla diminuzione dei volumi ancora previsti sino alla conclusione delle produzioni per Alfa Romeo e Ford.

Il Mol è positivo per 2,9 milioni grazie agli effetti straordinari delle operazioni di cessione del ramo di azienda produttivo alla De Tomaso Automobili e dello stabilimento di Grugliasco alla S.I.T. (regione Piemonte) di fine dicembre scorso.

Per il 2010 la società prevede una diminuzione del valore della produzione di circa il 20%, un ulteriore miglioramento in termini di perdita operativa e di perdita netta ed una posizione finanziaria netta in linea con quella dell'anno scorso.

"Le previsioni per il 2010 sono comunque in linea con il piano finanziario e con il rispetto dei covenant alla base degli accordi in essere con gli istituti finanziatori", precisa la nota.