PUNTO 1 - Banche, ridurre ratio per stimolo credito - Passera

sabato 12 dicembre 2009 11:55
 

(riscrive aggiungendo dichiarazioni Passera)

BERGAMO, 12 dicembre (Reuters) - E' il momento di abbassare i requisiti patrimoniali delle banche per stimolare la concessione del credito.

Lo ha detto l'AD di Intesa Sanpaolo (ISP.MI: Quotazione) Corrado Passera nel corso del suo intervento al convegno "Un ponte tra banca e industria" organizzato dalla Fondazione Italcementi.

"Il tema dei temi è la regolamentazione bancaria. I requisiti di capitale devono premiare le banche che danno credito e penalizzare quelle che non lo danno", ha spiegato Passera.

"Se dovessimo alzarli in questo momento la difficoltà di fare credito aumenterebbe. E' il momento di ridurli per poi prepararci a rialzarli quando ci sarà una nuova forma di sviluppo e bisognerà incoraggiare la messa del fieno in cascina", ha proseguito.

Il banchiere ha poi sottolineato altri profili legati alla regolamentazione delle imprese.

"E' il momento di premiare gli imprenditori che mettono capitale nelle aziende e continuano a investire. Questo è fatto in parte ma non in maniera sufficiente", ha spiegato Passera.

"E' il momento di risolvere il problema della parte del credito del tutto anomalo che viene dallo scaduto della pubblica amministrazione e delle grandi aziende a monte. C'è una gran quantità di debito, tante decine di miliardi, che grava sulle imprese e che deriva dall'attitudine al non rispetto delle scadenze", ha proseguito.

Per ciò che riguarda le banche "bisogna premiare di più chi fa credito e oggi l'idea che le perdite su crediti vengano tassate come gli utili è qualcosa che non spinge nella direzione" di fare più credito, ha aggiunto.

Sulle modalità di selezione del credito alle imprese, Passera ha sottolineato come "l'unica cosa che può compensare bassi risultati di bilancio non può che essere la disponibilità di piani forti e convincenti di sviluppo".