Fiat non può eguagliare margini Chrysler - Marchionne a stampa

lunedì 7 dicembre 2009 07:31
 

MILANO 7 dicembre (Reuters) - Fiat SpA FIA.MI non potrà raggiungere un margine operativo del 7-7,7%, obiettivo della consorella america Chrysler, perché l'Europa non ha tagliato la capacità produttiva.

Lo ha detto l'AD Sergio Marchionne alla rivista Automotive News.

Marchionne, che guida anche la Chrysler, ha detto in un'intervista in edicola oggi di aspettarsi che le due società raggiungano i 5,5 milioni di auto vendute in un anno "certamente prima del 2014", con la metà della Chrysler, di cui Fiat ha il 20%.

"Credo che una impresa rispettabile nel settore auto gestita efficientemente possa produrre dal 7 al 7,7% negli Stati Uniti. E' una cifra possibile nel mercato europeo...? La risposta è no", ha detto l'AD nell'intervista, realizzata lo scorso 21 novembre e il cui testo integrale è disponibile sul sito www.autonews.com.

"In Europa non ci si è ancora occupati della sovraccapacità strutturale... L'amministrazione Obama... ha costretto a una ristrutturazione in questa industria in cui società emergenti, post-bancarotta, saranno molto più adatte a realizzare un ritorno al capitale", ha aggiunto.

Marchionne ha confermato che le city car di segmento A coi loro motori per il mercato statunitense saranno prodotte nell'area Nafta. La Fiat si aspetta di produrre la Cinquecento negli Stati Uniti entro il 2011.

Marchionne ha lanciato una presentazione dettagliata di progetti per i brand di Chrysler - Chrysler, Dodge, Ram e Jeep - a Detroit lo scorso 4 novembre e ha detto che farà una presentazione per Fiat nel primo trimestre del 2010.

L'AD ha detto ad Automotive News che un modello cross-shareholding per le due società, come quello di Renault (RENA.PA: Quotazione) e Nissan, è valido "solo fino a un certo punto" e che un'altra opzione è un modello che "consenta un livello molto più alto di integrazione che non richieda cross-shareholding", senza fornire dettagli.

Per il marchio Chrysler e la linea di prodotti Lancia della Fiat, Marchionne ha detto che in futuro funzioneranno come un unico brand, con la Chrysler forte negli Stati Uniti.   Continua...