PUNTO 1 - Credem, ratio solidi, non ha bisogno di Tremonti bond

martedì 31 marzo 2009 15:31
 

(Accorpa pezzi, aggiunge altri dettagli da conference call, background)

MILANO, 31 marzo (Reuters) - Credito Emiliano (EMBI.MI: Quotazione) gode di un livello di patrimonializzazione solido e non necessita dell'utilizzo dei Tremonti bond né di nuove operazioni di rafforzamento del capitale.

L'istituto, che ha annunciato questa mattina un bilancio 2008 chiuso con calo dell'utile netto del 37%, non ha, e non vede, particolari problemi di liquidità e prevede un 2009 con risultati inferiori rispetto al piano triennale e al 2008, pur in presenza di un primo trimestre migliore rispetto a quanto preventivato. Vista la debole fase di mercato è possibile una revisione dei target al 2010.

E' quanto è emerso nella conference call del direttore generale, Adolfo Bizzocchi, sui risultati 2008 del gruppo.

Nel 2008 "continua la crescita distributiva della base clientela, abbiamo una buona redditività derivante dal banking commerciale che compensa i limitati risultati del trading e abbiamo ratio patrimoniali decisamente solidi, che non necessitano di alcun piano di supporto governativo", dice Bizzocchi.

Per il 2008 il direttore generale conferma le linee guida del piano strategico 2008-2010 approvato lo scorso settembre.

Oltre al mantenimento di adeguati ratio patrimoniali (nel 2008 il core Tier 1 è pari al 7% e il Total capital al 9,3%.) il piano, tra le altre cose, prevede lo sviluppo della rete distributiva e la valorizzazione degli asset produttivi.

"Una revisione dei target del gruppo al 2010 è possibile ma al momento non l'abbiamo pianificata", ha detto Bizzocchi.   Continua...