Mondadori,male mercato pubblicità ma tengono libri, periodici-AD

giovedì 30 ottobre 2008 14:26
 

MILANO, 30 ottobre (Reuters) - Le prospettive a breve termine del mercato pubblicitario sono preoccupanti ma Mondadori (MOED.MI: Quotazione) può contare sul buon andamento del settore libri e sulla tenuta delle attività periodici.

Sul fronte dell'espansione, il gruppo editoriale non è a caccia di occasioni finanziarie ma è pronto a valutare eventuali opportunità industriali.

Lo ha detto il vice presidente e AD Maurizio Costa a margine di un evento sul mercato della comunicazione, senza dare indicazioni sulla chiusura dell'anno e rimandando alla pubblicazione della prossima trimestrale.

Per quanto riguarda sia i mercati finanziari in generale che gli investimenti pubblicitari in particolare, "se guardiamo il breve termine - fine anno e le avvisaglie sul 2009 - la prospettiva è molto preoccupante ma è una prospettiva di breve", ha detto Costa, invitando a guardare in una prospettiva più lunga, alla "fine del tunnel".

"Nella prima parte dell'anno il mercato pubblicitario è stato ancora positivo, certamente questi ultimi mesi sono molto più complessi per la situazione generale", ha aggiunto. "Per noi però c'è un buon andamento del settore libri e una buona tenuta delle diffusioni di periodici". In particolare per i libri, "ne stiamo vendendo come negli altri anni, penso che avremo un buon Natale".

Il gruppo intanto si sta muovendo per rafforzare il digitale e "cercare accordi e alleanze con operatori che possano arricchire la nostra offerta editoriale".

A chi gli chiedeva se con gli attuali bassi prezzi di mercato ci siano interessanti occasioni d'acquisto, Costa ha risposto: "teoricamente sì, praticamente bisogna trovare l'opportunità giusta dal punto di vista strategico e non finanziario".

"Se ci sono opportunità per arricchirci sul digitale o rafforzarci nel nostro mestiere perché no? Ma non siamo a caccia di occasioni finanziarie", ha concluso.