Pop Milano, risparmi 45 mln da esuberi,entro dicembre piano-Dalu

venerdì 30 ottobre 2009 08:42
 

MILANO, 30 ottobre (Reuters) - Entro dicembre Popolare Milano (PMII.MI: Quotazione) presenterà il nuovo piano industriale triennale, che prevede anche una politica di alleanze con partner internazionali.

Lo dichiara al Sole 24 Ore il direttore generale Fiorenzo Dalu, aggiungendo che martedì scorsi il cda ha approvato il piano di riduzione del personale che coinvolgerà 674 dipendenti, su un totale di 7.500, con un risparmio strutturale di costi di 45 milioni. Gli esuberi riguarderanno per il 57% la rete e per il 43% le sedi centrali.

Le alleanze internazionali verteranno su "bancassurance, credito al consumo e risparmio gestito". Nella bancassurance la popolare "sta trattando il prezzo per liquidare Fondiaria-Sai FOSA.MI".

Come già annunciato entro novembre verrà chiusa la partnership con i francesi di Credit Mutuel, "con cui puntiamo a collaborare sia nelle polizze vita che nel danni".

Non viene esclusa una collaborazione con i francesi anche nel credito al consumo. "Se non sarà possibile lavorare insieme troveremo altri partner".

Dalu fa anche accenno all'andamento dei conti, spiegando che il "picco negativo" delle sofferenze sui crediti si è verificato a inizio anno. "Poi la situazione è migliorata, nel senso che è diminuita la crescita delle sofferenze. A settembre il temuto peggioramento non c'è stato. E ora si intravede qualche timido segnale di ripresa".

Un'ultima battuta di Dalu è per i Tremonti-bond. "A giorni attendiamo l'ufficializzazione dell'incasso dei 500 milioni, dopodichè saremo già al 7,95% di Core Tier 1, "livello di estrema solidità" per Pop Milano.