PUNTO 2- Atlantia taglia crescita Ebitda a 4% medio anno 2010-12

lunedì 30 marzo 2009 12:35
 

(aggiunge dettagli da slide presentazione)

ROMA, 30 marzo (Reuters) - Atlantia (ATL.MI: Quotazione) ha ridotto la previsione sulla crescita dell'Ebitda al 4% in media annua nel periodo 2010-2012 sia tenendo conto dell'evoluzione negativa del traffico 2009 sia simulando una crescita zero nel restante periodo. Lo si apprende da una nota che illustra l'incontro di oggi con la comunità finanziaria a Londra.

Nel 2008 l'Ebitda è cresciuto del 2,3% a 2,115 miliardi. In una presentazione dello scorso luglio la società prevedeva una crescita media dell'Ebitda nel 2008-12 del 5%, passando da 2,12 miliardi a una previsione 2012 di 2,55 miliardi.

"Anche una previsione del 4% medio anno al 2012 mi sembra un numero molto aggressivo, io ho stimato una crescita molto più bassa", ha detto un analista che chiede di non essere citato.

Nelle slide della presentazione a Londra, messe sul sito della società, Atlantia quantifica i nuovi target di Ebitda.

Per il 2009, come già detto in occasione della presentazione dei risultati 2008, la previsione è di un andamento in calo dai 2,115 miliardi del 2008 a un range tra 2,050 e 2,080 miliardi nel 2009 nell'ipotesi di un calo del 3% del traffico nell'anno in corso, di un aumento delle tariffe del 2,4% e di misure di efficientamento.

Atlantia poi proietta una crescita media annua dell'Ebitda del 4% per gli anni successivi fino al 2012, quando prevede di realizzare un margine operativo lordo di 2,320 miliardi.

Per quanto riguarda le previsioni sul traffico, la holding autostradale cita nelle slide dati della sola Autostrade per l'Italia aggiornati al 15 marzo 2009.   Continua...