Pop Spoleto rivede al ribasso stime piano 2008-2010

lunedì 30 marzo 2009 20:00
 

MILANO, 30 marzo (Reuters) - Banca Popolare di Spoleto (BPSP.MI: Quotazione) ha rivisto al ribasso gli obiettivi del piano industriale 2008-2010 e prevede un Cagr dell'utile netto all'11,3%, dal 22,6% precedente, a circa 13,2 milioni nel 2010.

Il margine di interesse, dice una nota, è visto in crescita con un tasso medio annuo del 3% dalla precedente stima dell'11%, e il margine di intermediazione al 4,9% da 10,8%.

Tra gli altri indicatori rivisti, l'obiettivo del Roe è adesso pari al 6,4% dal 9,89%.

Con il positivo completamento dell'aumento di capitale è previsto un ulteriore rafforzamento dei ratios patrimoniali nel 2010: il Core Tier 1 è atteso al 7,8% (dal 7%) e il Total Capital Ratio all'11,2% (dal 10,3%) .

"Il drastico peggioramento dello scenario macroeconomico verificatosi nel corso del 2008, la grande volatilità dei mercati finanziari... hanno indotto Banca Popolare di Spoleto a rivedere alcune assunzioni effettuate in sede di pianificazione strategica 2007-2010 con riferimento alle principali variabili di sistema", spiega la nota.

Il cda ha inoltre convocato l'assemblea straordinaria per il 29 giugno (30 in seconda convocazione) per alcune modifiche dello statuto in materia di organizzazione e governance.

Per leggere il testo integrale del comunicato diffuso dalla società i clienti Reuters possono cliccare su [ID:nBIA301e7]