PUNTO 1 - Enel, assemblea approva aumento capitale da 8 mld

mercoledì 29 aprile 2009 19:47
 

(cambia titolo, riscrive e aggiunge background)

ROMA, 29 aprile (Reuters) - L'assemblea dell'Enel (ENEI.MI: Quotazione) ha approvato l'aumento di capitale fino a 8 miliardi deciso dai vertici del gruppo elettrico per riequilibrare la poszione finanziaria appesantita dalla conquista di Endesa (ELE.MC: Quotazione).

Il rappresentante del ministero dell'Economia all'assemblea straordinaria dell'Enel, aveva annunciato il suo assenso alla proposta di aumento di capitale. Nel suo intervento aveva poi aggiunto che il ministero "si riserva ulteriori valutazioni quando saranno note le condizioni dell'aumento".

Il Mef ha anche ricordato che l'operazione potrà essere condotta sia direttamente sia attraverso società controllate, ovvero la Cassa depositi e prestiti (Cdp) che ha già fatto sapere che farà fronte sia alla sua quota (del 10%) sia a quella del Tesoro (che è di circa il 20%).

Il prospetto "dell'aumento sarà presentato alla Consob il 7 o l'8 maggio", ha poi detto Conti rispondendo ad alcuni azionisti.

L'Ad ha aggiunto che il periodo di sottoscrizione potrebbe arrivare nelle prime due settimane di giugno.

Conti ha detto che grazie all'aumento di capitale la società nel 2009 limiterà le dismissioni a tre soli asset: la rete elettrica già ceduta, la rete del gas di cui si sta trattando la vendita e la quota di minoranza di Enel Green power.

Enel il 21 fabbraio ha annunciato di aver raggiunto con il gruppo spagnolo Acciona (ANA.MC: Quotazione) un'intesa per acquisire il 25% dell'utility spagnola Endesa (ELE.MC: Quotazione) in mano alla famiglia Entrecanales. Il prezzo dell'operazione è di 11 miliardi a cui Enel farà fronte, il closing è atteso per giugno, con indebitamento e cessione di assets.