Shell, utile trim3 -73%, taglia costi per un mld dlr nove mesi

giovedì 29 ottobre 2009 10:53
 

LONDRA, 29 ottobre (Reuters) - Royal Dutch Shell (RDSa.L: Quotazione) ha chiuso il terzo trimestre con un utile netto in calo del 73%, penalizzato dal ribasso dei prezzi del petrolio e dai margini della raffinazione. L'AD del gruppo Peter Voser ha lanciato l'allarme di una ripresa lenta.

La più grande major europea per capitalizzazione di mercato ha chiuso il trimestre con un utile senza le componenti straordinarie di 2,62 miliardi di dollari a fronte di una stima di 2,55 miliardi secondo un sondaggio Reuters con 8 analisti.

"Abbiamo alcune indicazioni di una ripresa della domanda di energia e dei prezzi, ma lo scenario resta molto incerto e non ci aspettiamo una ripresa veloce", ha detto Voser a commento dei risultati.

Il manager ha poi aggiunto che il programma di ristrutturazione prevede un taglio dei costi operativi di circa 1 miliardo di dollari nei primi nove mesi con una riduzione di 5.000 posti di lavoro.

La produzione di idrocarburi nel trimestre è stata di 2,93 milioni di barili al giorno, piatta rispetto allo stesso periodo 2008.

Per il terzo trimestre il gruppo ha annunciato un dividendo per azione di 0,42 dollari, pari a un incremento del 5%.