Piazza Affari riscopre retail e lusso su dollaro più forte

venerdì 29 agosto 2008 16:30
 

MILANO, 29 agosto (Reuters) - Piazza Affari riscopre il settore retail e, in particolare, i titoli delle società maggiormente votate all'export e, quindi, sensibili alle variazioni dei cambi.

Nel contesto di una seduta in moderato rialzo, influenzata dalla chiusura di posizioni in vista del week-end lungo negli Usa per il Labor Day, spiccano le performance dei gruppi retail.

Geox (GEO.MI: Quotazione) balza del 3,84%, a 8,3 euro, dopo aver segnato un massimo di 8,4 euro, con scambi per oltre 1,6 milioni di pezzi, contro una media dell'intera seduta di 1,297 milioni negli ultimi trenta giorni. Trader e analisti non hanno particolari motivazioni, salvo ricordare le semestrali positive comunicate da società attive nella vendita di abbigliamento e le indicazioni confortanti sull'andamento dell'economia Usa, da ultimo il balzo sorprendente del Pmi Chicago, che hanno avuto l'effetto di rafforzare il dollaro.

Un analista che segue il gruppo guidato da Mario Moretti Polegato ricorda "la semestrale oltre le attese di Ppr (PRTP.PA: Quotazione), sebbene Esprit Holdings (0330.HK: Quotazione), ieri, abbia riportato risultati deludendi e si tratti di una società molto esposta alla Germania, come Geox".

D'altro canto, l'andamento confortante dei consumi Usa potrebbe dare una spinta a Geox, visto che gli Stati Uniti, sottolinea l'analista, "sono una frontiera" per il gruppo veneto.

Toniche, grazie ai segnali che arrivano da oltre Atlantico, anche Autogrill (AGL.MI: Quotazione), che guadagna il 2,53%, Luxottica (LUX.MI: Quotazione), in rialzo dell'1,62%, e Bulgari BULG.MI, +1,26%. Quest'ultima, ricorda un dealer, "era già tonica ieri dopo che Tiffany (TIF.N: Quotazione) ha alzato le previsioni sul 2008".

Fra le small e mid capo, Marcolin (MCL.MI: Quotazione) balza del 5,26% e Tod's (TOD.MI: Quotazione), che ha comunicato una semestrale "molto positiva", dice un operatore, avanza del 4,36%.

Al palo, invece, Benetton BNG.MI: -0,33%. I risultati del primo semestre, dice un trader, "sono stati in linea con le attese".