Snia,rosso sem1 azzera capitale,convocherà assemblea su art.2447

venerdì 28 agosto 2009 12:57
 

MILANO, 28 agosto (Reuters) - Il Cda di Snia SIAI.MI ha dato mandato al presidente e all'AD di convocare l'assemblea straordinaria per l'adozione dei provvedimenti ai sensi dell'articolo 2447 del codice civile.

Lo dice una nota dopo che il consiglio ha esaminato e approvato il bilancio consolidato semestrale.

Il bilancio intermedio di Snia Spa al 30 giugno riporta una perdita pari a 6,434 milioni di euro, che azzera il capitale sociale e porta il patrimonio netto a un valore negativo per 0,3 milioni di euro, "configurando, pertanto, la fattispecie prevista dall'art. 2447 Codice Civile", si legge nel comunicato.

La nota sottolinea che "allo stato attuale sono previste operazioni il cui esito potrà produrre effetti economici e patrimoniali tali da riportare, nel breve periodo, il patrimonio della società entro i limiti di legge".

In particolare, "il buon esito della procedura 182 bis L.F., la cui omologa si prevede possa avvenire entro la fine dell'esercizio, produrrà effetti positivi riconducibili alle sopravvenienze attive che si genereranno per la parte di debiti rinunciata", prosegue il comunicato, aggiungendo che l'effetto economico positivo netto è stimato in un range tra 7 e 10 milioni di euro.

Gli effetti positivi potrebbero tuttavia essere parzialmente ridotti dalle previste operazioni di cessioni degli asset finalizzate al rimborso dei creditori non aderenti, il cui esito potrà produrre minusvalenze stimate complessivamente in circa 3,3 milioni.

Alla luce della situazione patrimoniale di Snia al 30 giugno, in caso di permanenza delle condizioni di cui all'art. 2447 del codice civile, l'aumento di capitale deliberato dal cda del 5 agosto consentirà, dopo la copertura delle perdite, il parziale ripristino del capitale sociale a un livello che consentirà la prosecuzione dell'attività, si legge ancora nel comunicato.

Nell'ottica di veder realizzate le altre condizioni essenziali per il buon esito della procedura di ristrutturazione del debito, il Cda ha inoltre deliberato di dare mandato all'AD affinché prosegua nelle trattative volte a definire la cessione del 100% della controllata Immobiliare Snia e la vendita dell'immobile di Vittorio Veneto (TV).

Il Cda convocato per il prossimo venerdì 4 settembre vaglierà eventuali ulteriori offerte migliorative che dovessero nel frattempo pervenire, nonché l'avanzamento delle negoziazioni volte alle cessioni.   Continua...