PUNTO 2-A2A,lettera sfiducia non arrivata al CdS,Capra va avanti

lunedì 27 aprile 2009 19:42
 

(Riscrive aggiunge dettagli)

di Giancarlo Navach

BRESCIA, 27 aprile (Reuters) - Il presidente del consiglio di sorveglianza di A2A (A2.MI: Quotazione), Renzo Capra, "sfiduciato" insieme ad altri cinque componenti bresciani dai sindaci di Milano e Brescia, va avanti nell'esercizio del suo incarico.

Al momento non è giunta alcuna lettera di revoca e "pertanto per il CdS l'argomento giuridicamente non esiste", ha detto infatti il manager in una conferenza stampa, convocata subito dopo l'ok dei soci al bilancio 2008 e alla proposta di dividendo.

Nessun ricorso per ora: "Oggi come oggi che ricorso faccio?", si è chiesto. E ha aggiunto: "A me non è arrivata alcuna lettera, l'ho vista dai giornali".

Dunque bisognerà attendere l'assemblea del 29 di maggio, quando la revoca del consiglio sarà effettiva, per capire se ci sarà battaglia legale o meno. "L'assemblea è sovrana e io sono ossequientissimo alla legge. Sono un credente e ho un'etica".

CDS HA ESERCITATO FUNZIONI, CAPRA DIFENDE SUO LAVORO

Il manager, che verso i due sindaci non ha niente da dire anzi li "saluta cordialmente", ha difeso strenuamente il lavoro svolto dal consiglio in questi 14 mesi di vita, da quando il 22 febbraio 2008 fu nominato dall'assemblea dei soci della superutility lombarda.   Continua...