27 marzo 2009 / 07:43 / tra 9 anni

PUNTO 1- Mps, utile a 953 mln euro, dividendo 0,013 euro

(aggiunge dettagli da nota su conti 2008)

ROMA, 27 marzo (Reuters) - Banca Mps (BMPS.MI) ha chiuso il 2008 con un utile netto consolidato di 953 milioni di euro che si confronta con gli 1,4 miliardi del 2007, anno in cui ci sono stati oltre 730 milioni di proventi straordinari.

Il cda di Mps ha anche avviato la procedura per emettere 1,9 miliardi di Tremonti bond che, secondo i calcoli della banca senese, consentirà di elevare il Tier1 dal 5,6% indicato nella nota di oggi al 7,1% post emissione. Com la prevista cessione il Tier1 salirà di altri 100 punti base.

L‘utile 2008 include oneri di integrazione per 322 milioni e rettifiche sugli attivi per 542,3 milioni e beneficia di alcune componenti positive “non prettamente gestionali”.

UTILE OPERATIVO, AL NETTO UNA TANTUM, STABILE SUL 2007

Il risultato operativo netto del 2008 è di 961 milioni di euro che comprende circa 300 milioni di rettifiche di valore su titoli e partecipazioni. “Al netto di questi effetti e dei proventi una tantum del 2007 (Borsa italiana per circa 160 milioni) il risultato operativo strutturale risulterebbe sostanzialmente stabile anno su anno”, si legge nella nota.

Per arrivare all‘utile netto occorre poi considerare componenti “non gestionali” il cui saldo è negativo per 847 milioni di euro. In negativo hanno pesato 542 milioni di rettifiche di avviamento, 322 milioni di oneri di integrazione per Antonveneta e 187 milioni di accantonamenti a fondi rischi, mentre in positivo ci sono circa 200 milioni di utili da cessione e da partecipazione.

Per la parte fiscale c’è un saldo positivo di imposte sul reddito d‘esercizio per 845 milioni di euro come differenza tra i 1,2 miliardi di affrancamento dell‘avviamento e 345 milioni di imposte sul reddito d‘esercizio e a cui si aggiungono 71 milioni di utili da dismissione. In questo modo l‘utile netto consolidato arriva a 953 milioni di euro.

DIVIDENDO SIMBOLICO, PROPOSTI 0,013 PER AZIONE ORDINARIA

Il cda della banca senese ha proposto all‘assemblea del 29 aprile un dividendo di 0,013 euro per azione ordinaria. Il monte dividendi sarebbe quindi di circa 90 milioni di euro con un payout ratio del 10% circa. Nel 2007 la banca senese aveva distribuito 0,21 euro.

Il margine di interesse nel 2008 è cresciuto dell‘8,2% mentre le commissioni sono calate del 9% con un margine consolidato della gestione finanziaria e assicurativa a 5,9 miliardi.

PRIMI MESI 2009:PRESSIONE SU MARGINI, BENE ATTIVITA’ CREDITO

Nei primi due mesi del 2009, si legge nella nota di Mps, “lo scenario di crisi si è ulteriormente intensificato...in termini di redditività la discesa dei tassi ha determinato una flessione (seppur al momento contenuta) dei margini, a cui si è contrapposta una moderata crescita dell‘attività creditizia rispetto al 2008”.

Per il 2009 la banca senese segnala a febbraio una crescita della raccolta diretta del 9,8% su anno e nell‘anno prevede una flessione dei costi operativi di almeno il 3% rispetto al 2008.

In ogni caso la crisi, secondo il consiglio del Mps, non ha modificato “le linee e le decisioni strategiche e strutturali di natura endogena del Piano, in corso di puntuale esecuzione”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below