Fincantieri,utile '08 a 10 mln, propone 300 mln aumento capitale

venerdì 27 marzo 2009 14:41
 

ROMA, 27 marzo (Reuters) - Fincantieri ha chiuso il 2008 con quasi 3 miliardi di ricavi (+8%) e un risultato netto di 10 milioni ma con una posizione netta negativa per 64 milioni che ha portato il cda a proporre un aumento di capitale di massimi 300 milioni. Lo si legge in una nota del gruppo di cantieristica navale.

Per il quinto anno consecutivo il cda ha proposto la distribuzione di un dividendo di 10,1 milioni.

I ricavi di gruppo pari a 2,9 miliardi sono cresciuti dell'8% rispetto al 2007, a un "nuovo record aziendale per effetto del considerevole portafoglio ordini acquisito negli anni precedenti", si legge nella nota.

"A causa delle forti tensioni sul mercato delle materie prime, registrate nei primi nove mesi dell'anno e solo parzialmente attenuate nell'ultimo trimestre, nonché dei pesanti effetti negativi della crisi economico-finanziaria e dell'incremento del costo del lavoro, l'Ebitda risulta in calo rispetto al 2007 (134 milioni di euro contro i 194 milioni del 2007)".

L'utile netto è quindi calato a 10 milioni dai 36 dell'anno prima e "il portafoglio [degli ordini] totale si è attestato a 10,8 miliardi di euro (in calo rispetto al valore record di 12 miliardi del 2007)".

Gli investimento sono a 111 milioni dai 116 del 2007.

Nel 2008 la posizione finanziaria è stata a saldo negativo per 64 milioni di euro e il piano industriale prevedeva un congruo aumento di capitale nel 2007, che non è stato possibile realizzare, per fronteggiare il maggior impegno a sostegno degli investimenti.

Ora il cda ha deliberato la proposta all'assemblea per un aumento fino a massimi 300 milioni da offrire in opzione agli azionisti.

Fincantieri è controllata al 98,78 da Fintecna a sua volta al 100% controllata dal Ministero dell'Economia.