Siemens ribadisce stime anno nonostante crisi,trim1 sopra attese

martedì 27 gennaio 2009 08:51
 

MONACO, 27 gennaio (Reuters) - Siemens (SIEGn.DE: Quotazione) ha ribadito gli obiettivi per l'esercizio 2009, che ha conosciuto una buona partenza nonostante la crisi economica e finanziaria, anche se i nuovi ordini hanno registrato nei primi tre mesi fiscali una flessione dell'8%.

La divisione industriale, la più importante del conglomerato industriale tedesco, ha subito una contrazione dell'attività mentre la divisione energia è rimasta stabile. La crisi ha intaccato infine la divisione Sanità.

L'utile "settori complessivi", che riunisce i risultati delle tre principali divisioni - ha riportato una crescita del 20% a 2,005 miliardi di euro nel primo trimestre (ottobre-dicembre).

Gli analisti sentiti da Reuters stimavano in media 1,782 miliardi per le tre divisioni. Nel preborsa il titolo tedesco è in rialzo di oltre il 6%.

Siemens, le cui attività spaziano dalla costruzione delle centrali nucleari al materiale ferroviario passando per protesi uditive, ha ribadito la stime di un utile complessivo tra 8 e 8,5 miliardi per l'esercizio che terminerà a fine settembre.

"Siemens ha cominciato bene l'esercizio 2008-2009, grazie anche a migliori performance in termini di ordinativi rispetto alla maggior parte dei nostri concorrenti nel corso del trimestre terminato a dicembre", ha dichiarato il presidente del consiglio Peter Löscher.

Il manager ha sottolineato che gli obiettivi annuali sono diventati "più ambiziosi".