Dexia, rosso 2008 oltre attese per nuove svalutazioni

giovedì 26 febbraio 2009 08:11
 

BRUXELLES, 26 febbraio (Reuters) - Dexia (DEXI.BR: Quotazione) ha registrato nel 2008 una perdita più ampia del previsto a causa di nuove svalutazioni dei titoli legati a mutui.

Il gruppo di servizi finanziari ha archiviato una perdita di 3,33 miliardi di euro contro i 3 miliardi annunciati a fine gennaio. Allineamenti di valore per 300 milioni di euro legati al deterioramento del mercato dei mutui Usa sono all'origine di questa differenza, ha spiegato Dexia.

La società franco-belga ha stimato un impatto negativo della crisi finanziaria di 5,87 miliardi, compresi 3,14 miliardi della controllata Usa Financial Security Assurance, i cui asset sono in vendita.

L'Ad Pierre Mariani nella nota prevede che nel 2009 ci sarà un rallentamento economico senza precedenti con impatti sui mercati azionari e del credito. "Dexia punta a migliorare significativamente il suo profilo di rischio attuando il suo piano industriale, in particolare con la cessione di FSA", dice.

A fine anno il tier 1 era pari al 10,6%, il core tier 1 al 9,6%

La società ha confermato che non intende pagare il dividendo per il 2008 e ha previsto un taglio dei costi del 15% (circa 600 milioni) nei prossimi tre anni di cui 200 milioni quest'anno; il che significa che nel 2009 saranno tagliati 900 posti di lavoro (erano 35.000 a fine 2007).