Credit Suisse, utile netto trim2 sopra attese, ma salgono costi

giovedì 23 luglio 2009 08:30
 

ZURIGO, 23 luglio (Reuters) - Credit Suisse SCGN.VX chiude il secondo trimestre con utili sopra le attese a 1,6 miliardi di franchi svizzeri rispetto a un consensus a 1,4 miliardi.

Rispetto all'analogo periodo dell'anno scorso i risultati segnano un rialzo del 29%, ma sono in calo se confrontati con i 2 miliardi di franchi del primo trimestre.

I costi sono stati però superiori alle attese, attestandosi su 1,1 miliardi, e l'istituto ha dovuto fronteggiare una posta straordinaria prima delle tasse da 0,5 miliardi per una causa legale negli Stati Uniti.

La divisione di investment banking è stata decisiva per chiudere in utile, e ha dato il suo contributo all'utile prima delle tasse da 1,655 miliardi. La 'Tier 1 ratio' si è ulteriormente rafforzata al 15,5% da un già robusto 14,1% di fine marzo.

Credit Suisse, che ha superato Ubs come maggiore banca per valore di mercato, si è mostrata resistente alla crisi dei mutui subprime sebbene le condizioni generali, prevede, resteranno dure.

"Ci aspettiamo che il contesto economico globale resti impegnativo", ha commentato l'AD Brady Dougan in una nota. "Tuttavia se il mercato continua a migliorare prevediamo di vedere un ulteriore slancio in tutte le nostre attività.

Dall'inizio dell'anno Credit Suisse è salita del 72%, con una performance decisamente migliore rispetto al +28% dell'indice di settore europeo . Dopo i risultati il titolo è indicato nel preborsa in calo dell'1% circa.