Lusso, balza Tiffany dopo trim4, cauta su outlook 2009

lunedì 23 marzo 2009 18:06
 

NEW YORK, 23 marzo (Reuters) - Tiffany & Co (TIF.N: Quotazione) balza a due cifre dopo aver annunciato utili del quarto trimestre superiori alle attese benchè in discesa.

Il gioielliere delle "scatole blu" ha mostrato di saper contrastare la discesa del fatturato con un taglio dei costi, ma non ha dato un quadro in rosa del 2009, avvertendo che mancano i segni di una ripresa imminente e che nelle sue previsioni 2009 ci sono ancora vendite in calo e utili deludenti.

Nell'anno chiuso a gennaio 2009 l'utile netto Tiffany è stato 31,1 milioni di dollari, o 25 cent/azione contro 127,4 milioni o 96 cent. Escluse poste non ricorrenti l'utile/azione è 85 cent, sopra i 78 cent attesi da Reuters Estimates. Meno 20% le vendite, a 841,2 milioni penalizzati soprattutto dalle Americhe e dai pezzi con cartellino sopra 50.000 dollari.

La guidance a gennaio 2010, che secondo alcuni analisti era attesa peggiore, vede vendite in calo dell'11% e utili tra 1,50-1,60 dollari per azioni ex poste non ricorrenti, contro attese degli analisti a 1,73.

Nonostante i tempi difficili, il CEO Michael Kowalski ha detto agli analisti che la casa non abbasserà i prezzi perchè nel lungo termine la mossa danneggerebbe il prestigio del marchio. Saranno invece tagliati i dipendenti, per un totale di circa 10% degli addetti a livello globale.

Alle 18 italiane le azioni del gioielliere newyorkese sono ancora in rialzo di circa 14% a 23 dollari, ben oltre il pur tonico 4% di rialzo dell'indice S&P500 .SPX.