Private equity Italia, frenata in trim1 dopo 2008 in crescita

lunedì 23 marzo 2009 15:59
 

MILANO, 23 marzo (Reuters) - Il settore del private equity italiano ha registrato un rallentamento nei primi tre mesi del 2009. E' quanto evidenzia il Private Equity Monitor (Pem) dell'Università di Castellanza (Varese).

La rilevazione indica 13 nuove operazioni, escludendo gli start-up e i reinvestimenti in società già partecipate, contro le 24 dell'ultimo trimestre dell'anno scorso e dei primi tre mesi del 2008.

L'indice del Pem, si legge in un comunicato, si è fermato a quota 108, un livello che non si vedeva dal secondo trimestre del 2004.

Il dato relativo ai primi tre mesi dell'anno arriva nella giornata in cui l'Aifi, l'associazione italiana del private equity e venture capital, ha comunicato i risultati 2008.

L'anno scorso gli operatori del settore attivi in Italia hanno investito 5,458 miliardi di euro, con un incremento del 30%. Le operazioni sono state 372, pari a una crescita del 23%.

La crisi del mercato del credito, che dovrebbe impattare sul comparto soprattutto nella prima metà del 2009, emerge dai dati sui disinvestimenti, scivolati del 55%, a 1,185 miliardi, e sulla raccolta di nuovi fondi, calata del 25,1%, a 2,267 miliardi.