Auto, Toyota taglia stime, parla di emergenza "senza precedenti"

lunedì 22 dicembre 2008 08:44
 

NAGOYA, 22 dicembre (Reuters) - Toyota, il primo produttore mondiale di auto, ha rivisto al ribasso le stime sui risultati dell'esercizio in corso per effetto del forte apprezzamento dello yen e di un crollo delle vendite mondiali.

Il presidente ha dichiarato che l'azienda si trova di fronte ad un'emergenza "senza precedenti" e che le condizioni difficili continueranno, destinate magari a peggiorare. In quello che è il secondo allarme sugli utili delle ultime sette settimane, Toyota prevede adesso una perdita operativa di 150 miliardi di yen (1,7 miliardi di dollari) per l'esercizio che si chiude il 31 marzo 2009. Il consensus Reuters Estimates andava da una perdita di 150 miliardi di yen, nella parte bassa della forchetta, fino a un utile di 800 miliardi. L'utile netto è atteso a 50 miliardi di yen e non più a 550 miliardi.

Rivisto al ribasso dell'8,5% anche l'obiettivo di vendite mondiali di automobili per l'esercizio 2008/2009 a 7,54 milioni di veicoli.

Per fare fronte alla contrazione della domanda globale la casa giapponese ha inoltre annunciato che abbasserà gli investimenti sotto gli 11 miliardi di dollari a partire dal prossimo esercizio che inizia con aprile, riducendo parallelamente la produzione programmata per il nuovo stabilimento in India.

Il presidente ha inoltre annunciato che quest'anno verranno cancellati i bonus dei dirigenti e che non prevede licenziamenti tra i dipendenti stabili.