PUNTO1 - Fiat cede 12%, minimi dal '94, pesa debito industriale

giovedì 22 gennaio 2009 13:00
 

(Aggiorna quotazione, commenti trader)

MILANO, 22 gennaio (Reuters) - Fiat FIA.MI è in profondo rosso a Piazza Affari, scendendo ai livelli di almeno il 1994, penalizzata dall'annuncio di un indebitamento industriale superiore alle attese. Intorno alle 13,00 Fiat è di nuovo in asta di volatilità a 4,04, con un calo teorico del 9,21% dopo avere toccato un minimo a 3,8 euro e scambi pari a 49 milioni di pezzi ben sopra la media di 22 milioni. Lo stoox delle auto europeo perde il 2,2%.

"C'è il taglio del dividendo, un trimestre particolarmente difficile con scarsa visibilita', aumenta l'indebitamento, che altro aggiungere", sottolinea un trader.

Un secondo broker sottolinea che "l'indebitamento è il doppio di quello atteso: stanno bruciando cassa". "Alla fine del 2008 il debito netto è stato di 5,9 miliardi di euro, 2-3 miliardi in più rispetto alle attese".

Tutto questo, spiegano i trader, fa aumentare le attese di un aumento di capitale, nonostante il Lingotto le abbia smentite stamani.

L'altro fattore che sta penalizzando Fiat è l'assenza del dividendo per le azioni ordinarie nel 2008.