Fiat, nuovo calo dopo dati, per alcuni analisti titolo arrivato

giovedì 22 ottobre 2009 09:51
 

MILANO, 22 ottobre (Reuters) - Nuovo calo di Fiat FIA.MI, con gli analisti che vedono nei dati del trimestre una conferma della possibilità di raggiungere gli obiettivi 2009, ma che hanno opinioni diverse in termini di valutazione del titolo.

Alle 9,45 Fiat perde l'1% a 10,88 euro, dopo scambi volatili, con volimi pari a 8,9 milioni di pezzi, da una media giornaliera di 37,9 milioni.

Secondo Nomura "i risultati sono migliori del consensus e mettono il gruppo sulla strada giusta per raggiungere l'obiettivo di un trading profit a oltre un miliardo nel 2009".

Sulla base delle previsioni 2010 dell'AD Sergio Marchionne la banca alza le stime 2010 e il prezzo obiettivo del titolo a 9,1 euro, confermando il giudizio "reduce".

Marchionne ha detto che vede un trading profit di 1,5 miliardi nell'ipotesi di mantenimento degli incentivi in Italia.

JP Morgan ritene che, sulla base delle attese 2010, gli spazi di rialzo siano limitati e l'azione possa ora giocare solo sull'opportunità Chrysler. "Riteniamo che lo scenario ottimale sia ormai nei prezzi", dice il report della banca. "Restiamo convinti che l'azione sia andata troppo avanti e vediamo spazi di ribasso verso il range 8-9 euro".

Citigroup ha alzato il target price a 12 da 9,9 euro, incorporando un valore potenziale della partecipazione in Chrysler di 1 euro. La banca dice che il dato del trimestre sostiene le attese per il 2009.