Credit Suisse, utile trim3 oltre attese, titolo cala con settore

giovedì 22 ottobre 2009 09:19
 

ZURIGO, 22 ottobre (Reuters) - Credit Suisse Group AG CSGN.VX ha archiviato il terzo trimestre con un utile netto di gran lunga superiore alle previsioni grazie ai robusti risultati della divisione investment banking e alla buona raccolta.

Il titolo ha aperto in calo del 2,9% prima di ridurre il ribasso a poco più del 2% con il settore che lascia sul terreno l'1,9% in Europa. L'indice SMI perde un punto percentuale circa.

Credit Suisse, che adesso capitalizza di più del suo diretto concorrente UBS UBSN.VX(UBS.N: Quotazione), ha realizzato nel periodo un utile netto di 2,4 miliardi di franchi svizzeri (2,4 miliardi di dollari) nei tre mesi chiusi a settembre (dal rosso per 1,26 miliardi del 2008), il migliore trimestre di quest'anno. Gli analisti interpellati da Reuters avevano previsto in media che la banca riportasse un utile netto di 1,6 miliardi di franchi.

"Abbiamo fiducia nel nostro business model e nella nostra posizione competitiva. Se i mercati restano costruttivi, ci aspettiamo di essere in grado di mantenere la nostra crescita", ha detto l'AD Brady Dougan in una nota. "Anche se i mercati diventassero più difficili, riteniamo che Credit Suisse sia ancora nella posizione di fare bene".

Il Tier 1 si è rafforzato nel periodo al 16,4% (dal 15,5% della fine del secondo trimestre), confermando che l'istituto elvetico è uno dei meglio capitalizzati del mondo. La raccolta del private banking è stata pari a 13,1 miliardi, un ammontare superiore sia alle previsioni (9 miliardi) che agli afflussi del trimestre precedente mentre quella del risparmio gestito è stata pari a 3,9 miliardi, sopra le stime (2 miliardi).