PUNTO 2 - Caterpillar, Eps trim2 a 0,72 dlr, ma trim3 difficile

martedì 21 luglio 2009 18:03
 

(aggiunge previsioni su trim3 e aggiorna andamento titolo)

CHICAGO, 21 luglio (Reuters) - Caterpillar (CAT.N: Quotazione) riporta per il secondo trimestre un utile per azione di 0,60 dollari, pari a 0,72 dollari escluse le poste straordinarie. Le attese di Reuters Estimates indicavano un Eps di 0,22 dollari. Il valore equivalente per lo stesso periodo del 2008 era di 1,74 dollari.

In valore assoluto, l'utile netto tra aprile e giugno è stato di 371 milioni di dollari, rispetto all'1,11 miliardi di dollari del secondo trimestre dello scorso anno.

Allo stesso tempo la società che produce macchine agricole e movimento terra migliora l'outlook sui profitti, indicando per l'intero anno Eps tra 0,40 e 1,50 dollari, ovvero tra 1,15 e 2,25 dollari escluse le straordinarie. Il mid point escluse le poste straordinarie è così fissato a 95 centesimi per azione, mentre era di soli 50 centesimi per azione al termine del primo trimestre.

Per arrivare a una buona chiusura d'anno, Caterpillar dovrà, però, passare attraverso le forche caudine di un terzo trimestre che si annuncia "il più debole dell'anno" e "veramente difficile" per vendite e profitti, a detta di Mike DeWalt, capo dell'investor relation del gruppo automotive.

Il periodo tra luglio e settembre potrebbe chiudersi con una perdita e la società si riserva di valutare significative chiusure temporanee degli impianti durante questi mesi per far fronte alle difficoltà attese, ha aggiunto DeWalt.

Caterpillar, che fa parte dell'indice Dow Jones .DJI, ha festeggiato i risultati con un avvio billantissimo, con un rialzo di 12% a 41,11 dollari, riducendo, poi, il progresso a circa il 6% poco prima delle 18. Il Dow30 .DJI è quasi piatto.

Dalla fine del 2008 Caterpillar ha tagliato 17.100 posti di lavoro. La società aggiunge che il programma di riacquisto di azioni dovrebbe rimanere sospeso per l'intero 2009.

"Ci sono ancora moltissime incertezze nell'economia globale" ha detto Jim Owens, Ceo della società, "ma vediamo segni di stabilizzazione e speriamo che si tratti delle fondamenta per una nuova ripresa".