PUNTO1-B.Popolare,utile 09 a 200 mln,conferma cedola-AD a stampa

giovedì 21 maggio 2009 08:50
 

(riscrive lead, aggiunge dettagli da intervista)

MILANO, 21 maggio (Reuters) - Banco Popolare (BAPO.MI: Quotazione) prevede, per l'esercizio in corso, un risultato netto di poco superiore a 200 milioni e conferma la distribuzione di un dividendo, ancorché piccolo.

Lo ha detto, in un'intervista a La Repubblica, l'AD Pierfrancesco Saviotti, aggiungendo che nel 2010 il risultato potrebbe raddoppiare se ci sarà la ripresa dell'economia.

Saviotti ha anche detto che per l'aumento di capitale di Italease basterebbero 600 milioni.

"Ma noi ci metteremo di più, abbiamo sempre detto che sarà un aumento molto importante, per dare assoluta tranquillità e coprire tutte le necessità di Italease per gli anni a venire", ha dichiarato al quotidiano.

Di qui a fine 2009 l'AD spera di chiudere la vendita del factoring della stessa Italease, "per il quale ci sono un paio di pretendenti e che farebbe aumentare di 15 punti base il patrimonio" di Banco Popolare. Le trattative per la cessione di Efibanca, inoltre, potrebbero dar esito prima della fine di giugno. "Se si chiuderà un accordo i ratio saliranno di altri 30-35 punti", spiega ancora Saviotti.

Esclusa l'ipotesi di un merger con UBI Banca (UBI.MI: Quotazione), Saviotti risponde invece su Arca: l'azionariato prevede, oltre a Banco Popolare, Bper (EMII.MI: Quotazione) e Popolare di Sondrio (BPSI.MI: Quotazione) , anche un nuovo partner che rileverà le quote di Ubi e Popolare Vicentina.

"Ci sono trattative avanzate e i pretendenti sono cinque. Nella nuova struttura faremo confluire anche Aletti Gestielle", dice.