Intesa SP prevede "economicità di gestione" in 2009 - Bazoli

sabato 21 febbraio 2009 12:55
 

MILANO, 21 febbraio (Reuters) - Intesa SanPaolo (ISP.MI: Quotazione) pensa di poter assicurare anche quest'anno "economicità di gestione" nonostante un aumento delle sofferenze cui corrisponderanno adeguati accantonamenti di bilancio.

A dirlo è presidente del consiglio di sorveglianza della banca, Giovanni Bazoli, a margine del convegno Atic-Forex, Aiaf, Assiom.

"Pur dovendo prendere atto di incrementi importanti delle sofferenze per cui prevediamo adeguati accantonamenti nel budget pensiamo di poter avere ancora economicità di gestione nel 2009", ha detto.

Bazoli ha aggiunto che la propria serenità poggia sulla solidità del patrimonio della banca e che l'ipotesi di nazionalizzazione, "l'estrema ratio ma non l'unica", non "riguarda assolutamente le banche italiane".

Sui Tremonti-bond, infine, il presidente del consiglio di sorveglianza di Intesa SanPaolo ha assicurato che gli organi competenti del gruppo procederanno all'esame "in tempi rapidissimi" una volta che sia disponibile il testo.

I bond a sottoscrizione pubblica, peraltro, sono solo uno degli strumenti per aiutare le banche, ha aggiunto Bazoli, riprendendo il riferimento del governatore di Banca d'Italia Mario Draghi al trattamento fiscale meno favorevole in Italia delle perdite su crediti rispetto all'estero.

"Al limite diventa quasi un diritto delle banche chiedere un uguale trattamento", ha detto Bazoli.