3 Italia riduce perdite in sem1, 8,45 mln clienti, Arpu in calo

giovedì 21 agosto 2008 11:52
 

MILANO (Reuters) - I clienti Umts di 3 Italia sono arrivati a 8,45 milioni al 20 agosto, in crescita rispetto agli 8,2 milioni al 30 giugno scorso.

Il dato si legge in una nota del gruppo di telefonia mobile, diffuso in occasione della comunicazione dei risultati del primo semestre della controllante Hutchison Whampoa.

Nel primo semestre, inoltre, la percentuale di clienti con contratto è salita del 27% rispetto a un anno prima.

In discesa del 7% l'Arpu, che si è attestato a 27,3 euro. 3 Italia sottolinea che i ricavi per utente sono stati influenzati negativamente dall'eliminazione dei costi di ricarica e dalla riduzione delle tariffe di terminazione.

I ricavi totali sono scesi dell'11% rispetto al primo semestre 2007, ma nel comunicato - che è una traduzione di quello diffuso da Hutchison - non viene fornito il dato, mentre le perdite operative nette sono diminuite del 32%, "principalmente grazie al miglioramento del margine sui ricavi, alla riduzione dei costi d'acquisizione e alla riduzione degli ammortamenti".

3 Italia sottolinea "la crescita esponenziale del traffico dati, aumentato di cinquanta volte negli ultimi 24 mesi".

Per quanto riguarda i conti del primo semestre di Hutchison Whampoa, conglomerata di Hong Kong che fa capo al miliardario Li Ka-shing, gli utili sono calati del 63%, ma sono stati superiori alle stime grazie alle minori perdite nella telefonia 3G e alla performance di Husky Energy.

La divisione di telefonia di terza generazione ha ridotto le perdite operative nette a 3,18 miliardi di dollari di Hong Kong (circa 261 milioni di euro), rispetto al rosso di 11,3 miliardi di un anno prima (-72%).

I ricavi del gruppo 3, che ha raggiunto quota 19 milioni di clienti nel mondo, sono saliti del 14%, a 32 miliardi di dollari di Hong Kong.

L'Arpu totale è sceso del 7%, a 37,11 euro, mentre l'Ebitda al netto dei costi medi di acquisizione per cliente (che sono calati del 17%, a 141 euro) si è attestato a 2,759 miliardi di dollari di Hong Kong (circa 227 milioni di euro), con un balzo del 272% rispetto al primo semestre 2007.

Hutchison ha ribadito l'obiettivo di raggiungere per la divisione di telefonia un Ebit positivo nella seconda metà dell'anno, per poi avere un utile prima degli interessi e delle imposte positivo nell'intero 2009.