Sorgenia (Cir),in calo netto ed Ebitda in 9 mesi, pesa Robin Tax

lunedì 20 ottobre 2008 17:15
 

MILANO, 20 ottobre (Reuters) - Sorgenia, gruppo energetico controllato da Cir (CIRX.MI: Quotazione) e partecipato dall'austriaca Verbund (VERB.VI: Quotazione), ha chiuso i primi nove mesi del 2008 con un utile netto consolidato di 39,8 milioni, in calo del 31,1% rispetto ai 57,8 milioni dello stesso periodo dell'anno scorso.

Il calo dell'utile è ricondicibile, "oltre all'impatto della Robin Hood Tax, principalmente all'incremento degli ammortamenti per i nuovi impianti entrati in produzione nell'esercizio in corso e all'aumento degli oneri finanziari legati alla crescita dell'indebitamento medio nel periodo", spiega una nota.

L'Ebitda è sceso del 5,7% a 118,7 milioni nel periodo, mentre il gruppo prevede che per l'intero anno il dato sia migliore rispetto ai 152,1 milioni registrati nel 2007 "nonostante l'impatto della Robin Hood Tax".

I ricavi mostrano un deciso aumento del 35% a quota 1.784,1 milioni di euro grazie a un incremento del 9,9% dei volumi di vendita di energia elettrica, maggiore rispetto al mercato, e vendite di gas in linea con il 2007.

Per leggere il testo integrale del comunicato diffuso dalla società i clienti Reuters possono cliccare su [nBIA2019c]