March 19, 2009 / 4:27 PM / 8 years ago

PUNTO 1 - Sorin vede per 2009 ritorno a utile, calo debito netto

3 IN. DI LETTURA

(aggiunge commenti da presentazione)

MILANO, 19 marzo (Reuters) - Chiuso l'esercizio 2008 con una perdita netta pari a 37,1 milioni di euro, il gruppo Sorin SORN.MI prevede di archiviare il bilancio dell'anno nuovo con il ritorno a un risultato netto positivo.

Sempre il 2009 dovrebbe chiudersi con un fatturato in crescita del 2-3% (634,2 milioni l'anno scorso), mentre l'Ebit è proiettato a 7-8% del fatturato e l'Ebitda a 13-14% sempre rispetto ai ricavi.

Spostando l'orizzonte al 2013, il piano strategico quadriennale della società di tecnologie medicali presentato oggi alla stampa prevede una crescita media annua complessiva del 3-4%, mentre a tassi comparabili l'Ebitda è previsto al 19-20% del fatturato e il risultato netto dovrebbe migliorare a 50-60 milioni entro la fine del piano.

"E' un piano solido anche se ambizioso, con la missione di trasformare Sorin da eterna promessa a realtà", ha commentato il presidente Rosario Bifulco in conferenza stampa.

Debito Visto in Calo, Stanziati 50 Mln Per Acquisizioni

Sul fronte del debito, Bifulco ha sottolineato come sia in corso un processo di deleverage che ha portato l'indebitamento finanziario netto a 253 milioni a fine 2008 (da 286 milioni del 30 settembre), con l'obiettivo di 220 milioni a fine 2009 e di 50 milioni per fine 2013.

La cifra salirebbe a 100 milioni in caso di "selezionate acquisizioni".

"Abbiamo stanziato 50 milioni per investire in acquisizioni di piccole o medie linee di prodotto, stiamo aggressivamente vedendo cosa possiamo trovare sul mercato", ha detto il presidente.

Alla fine del piano, Sorin dovrebbe presentarsi come "un'azienda più vicina ai concorrenti, con una profittabilità più in linea con quella dei competitor", ha dichiarato Bifulco.

Operando in un settore di riferimento "difficilmente attacabile dalla crisi, in quanto ha a che fare con la vita della gente", Sorin punta in particolate a un costante miglioramento in termini di redditività e di cash flow, grazie soprattutto alle iniziative di riduzione dei costi.

Alla svolta del gruppo attesa per l'anno in corso, ha sottolineato Bifulco, contribuiscono il nuovo team di management e le attività di riorganizzazione già avviate, che nel 2008 hanno portato a una crescita dell'Ebitda (80 milioni da 74 milioni) e a un risultato netto che prima dell'impatto delle attività oggetto di cessione sarebbe stato positivo per 0,5 milioni (da una perdita di 51,2 milioni nel 2007).

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below