PUNTO 1-UniCredit, chiuso collocamento cashes,tutti sottoscritti

giovedì 19 febbraio 2009 17:11
 

MILANO, 19 febbraio (Reuters) - Mediobanca (MDBI.MI: Quotazione) ha chiuso il collocamento dei 'cashes' UniCredit (CRDI.MI: Quotazione) registrando, come nelle attese, l'integrale sottoscrizione dell'offerta.

Il collocamento, partito in mattinata, è avvenuto con un bookbuilding riservato a investitori qualificati e ha riguardato titoli per un valore di 2,983 miliardi di euro, spiega una nota.

Il regolamento è previsto il 23 febbraio.

Le azioni al servizio dei 'cashes' provengono dall'aumento di capitale da 3 miliardi di UniCredit, chiuso il 23 gennaio con adesioni appena pari allo 0,48% dell'offerta.

Il prezzo di offerta delle nuove azioni era stato infatti fissato a 3,083 euro, ben sopra i corsi di borsa.

In base agli accordi presi, Mediobanca sottoscriverà le azioni corrispondenti ai diritti non esercitati per poi metterle al servizio dei cashes.

I titoli, emessi su base fiduciaria da The Bank of New York (Luxembourg), avranno durata fino al 2050 e pagheranno una cedola trimestrale pari all'Euribor a tre mesi più uno spread di 450 punti base applicato al valore nominale dello strumento.

Il prezzo iniziale di conversione è pari a 3,083 euro per azione.

Tra i sottoscrittori dei 'cashes' figurano anche soci di UniCredit come Fondazione Crt e Carimonte i quali, insieme a Central Bank of Lybia, sono subentrati anche nella quota di 440 milioni di euro, prenotata da Fondazione Cariverona e sulla quale poi l'ente veronese ha fatto marcia indietro.

L'operazione rientra nel piano di rafforzamento patrimoniale di UniCredit per complessivi 6,6 miliardi di euro, annunciata in ottobre, che prevede anche la distribuzione di un dividendo solo in azioni.

Mediobanca ha agito in qualità di global coordinator, sole bookrunner e placing agent, mentre Merrill Lynch è stata placing agent.