Nautica, Azimut-Benetti pronta ad acquisizioni in prossimi mesi

giovedì 19 febbraio 2009 18:10
 

MILANO, 19 febbraio (Reuters) - Il produttore di yacht Azimut-Benetti si sta guardando attorno e sta valutando acquisizioni che, alla luce del calo delle valutazioni, potrebbero maturare nei prossimi mesi.

E' quanto ha detto Paolo Vitelli, presidente e azionista di Azimut-Benetti.

Parlando a margine della conferenza stampa di presentazione dell'accordo fra Yacht Club Milano e Marina di Varazze (che ha visto Azimut-Benetti come attore principale dello sviluppo del progetto), Vitelli ha detto che il suo gruppo "è concentrato sul prodotto" e, rispondendo a una domanda sull'interesse per alcuni marchi di Ferretti, ha precisato che "sarebbe scorretto parlare di un collega impegnato nella ristrutturazione del debito".

Il patron dei cantieri piemontesi ha spiegato che "se alcuni competitor sono in difficoltà non è per errori loro, ma prevalentemente per errori degli azionisti o della finanza che sta dietro".

Maurizio Romiti, presidente onorario di Yacht Club Milano e amministratore delegato di Pentar, società di private equity che ha in portafoglio Franchini Yachts, ha aggiunto che non è solo la nautica ad avere problemi legati all'eccesso di leva. "Le operazioni fatte con una logica finanziaria prima che industriale", ha detto Romiti,"nei momenti di crisi hanno le gambe molto fragili".

Vitelli non ha nascosto che le difficoltà dei concorrenti offrono "l'opportunità per il nostro gruppo di conquistare una percentuale maggiore di mercato", aggiungendo che Azimut "vuole crescere nelle aree geografiche e nei segmenti dove non siamo sufficientemente presenti".

Vitelli ha accennato alla possibilità che tra qualche mese maturino opportunità di acquisizioni, ma ha aggiunto che "oggi è prematuro" parlarne, pur affermando che i potenziali target "ora costano meno. Teniamo gli occhi aperti e ci guardiamo attorno".

Qualora si manifestassero opportunità di acquisizioni, Azimut-Benetti, ha detto il presidente, avrà la possibilità di utilizzare la cassa ed eventualmente "vendere parte delle azioni proprie in portafoglio per ottenere il capitale necessario per fare investimenti". Nel dicembre 2007, Vitelli ha riacquistato il 12% circa del capitale che in precedenza era stato ceduto a Intesa Sanpaolo (ISP.MI: Quotazione).

Il proprietario di Azimut-Benetti ha affermato che l'ultimo esercizio, chiuso nell'agosto 2008, ha visto un fatturato di 960 milioni di euro, un Ebitda di 117 milioni, un Ebit di 85 milioni e una posizione finanziaria netta positiva per 40 milioni. Per quanto riguarda l'esercizio in corso, "registreremo una riduzione contenuta del fatturato, ma abbiamo le carte in regola, un bilancio sano".