PUNTO 1 - Mediobanca,spero di non svalutare mai Telco - Pagliaro

venerdì 19 settembre 2008 12:54
 

(aggiunge dichiarazioni Pagliaro su valore quota)

MILANO, 19 settembre (Reuters) - Mediobanca (MDBI.MI: Quotazione) spera di non dover svalutare mai la sua partecipazione in Telco, holding prima azionista di Telecom (TLIT.MI: Quotazione), e non ritiene che ci siano i presupposti per farlo.

Lo ha detto Renato Pagliaro, presidente del consiglio di gestione e futuro dg, nel corso della presentazione dei conti 2007-2008.

"Spero mai", ha detto Pagliaro a chi gli chiedeva quando sarà svalutata la quota Telco.

"Prima faccio un ragionamento di buon senso: noi abbiamo in carico indirettamente l'azione Telecom a 2,55 euro che è il 10% in meno di quanto pagato meno di 12 mesi fa da Telefonica (TEF.MC: Quotazione) per una quota di minoranza di Telco", ha spiegato Pagliaro.

"I soci italiani detengono il 60% di Telco. Tra 12 mesi fa e oggi il conto economico di Telco non è che si sia drasticamente modificato e a gennaio il titolo stava a 2,2 euro. Non diamo quindi per scontato che le quotazioni borsistiche e il mondo delle valutazioni aziendali sia finito e quindi per forza dobbiamo svalutare", ha aggiunto.

"E anche se svalutassimo, cosa che non credo, un conto è svalutare e un conto è registrare delle perdite", ha concluso.

Successivamente Pagliaro ha spiegato che la partecipazione in Telco è stata riclassificata tra le partecipazioni a patrimonio netto e ciò ha comportato "una piccola svalutazione" di 9 milioni.