19 marzo 2009 / 18:17 / 9 anni fa

PUNTO 2 - Unipol, utile netto 2008 -74,5%, no dividendi, bonus

(Aggiunge dichiarazioni Salvatori da conferenza stampa)

MILANO, 19 marzo (Reuters) - Unipol (UNPI.MI) ha chiuso il 2008 con un utile netto consolidato in calo del 74,5% rispetto all‘anno precedente a 107 milioni di euro di cui 15 milioni di terzi e 93 milioni di gruppo.

Lo dice una nota della compagnia assicurativa aggiungendo che a ulteriore garanzia del patrimonio il Cda ha deciso di proporre all‘assemblea dei soci di non distribuire dividendi.

“Avevamo dichiarato in passato che avremmo dato il dividendo, ma la prudenza e l‘attenzione alla solidità patrimoniale e all‘equilibrio finanziario del gruppo ci hanno portato a questa scelta”, ha spiegato l‘AD Carlo Salvatori durante una conferenza stampa.

Sul 2008 non saranno inoltre erogati bonus ai dirigenti del gruppo.

“Il 2009 ci dovrà dare maggiori soddisfazioni e dovremmo tornare a distribuire la cedola”, ha aggiunto il manager, affermando che “nei primi tre mesi le cose stanno andando e, nonostante tutto, ritengo che quest‘anno ce la caveremo meglio dello scorso”.

Nella nota si legge che nel 2009 il gruppo Unipol “ritiene di essere nelle condizioni di conseguire risultati in significativa crescita rispetto a quelli del 2008”.

Per quanto riguarda l‘eventuale crescita esterna, “il patrimonio c’è, la liquidità anche ma preferiamo tenercela e lavorare sul perimetro odierno”, ha dichiarato Salvatori.

Sul fronte occupazionale, “non prevediamo di mandare via nessuno ma lavoreremo piuttosto facendo mirate acquisizioni”.

Il comparto assicurativo ha realizzato una raccolta complessiva lorda di 7,9 miliardi e diretta a 7,87 miliardi (+0,3% rispetto al 2007).

I premi di competenza complessivi, al netto delle cessioni in riassicurazione, sono pari a 7,59 miliardi, di cui 4,1 miliardi nel Danni (3,9 mld nel 2007) e 3,48 miliardi nel Vita (3,5 mld)

Relativamente agli andamenti tecnici nel settore Danni il combined ratio, calcolato sul lavoro diretto, si è attestato al 98,7% dal 98,5% al 30 settembre.

Nel comparto bancario UGF Banca ha registrato una crescita dell‘11,3% del margine d‘intermediazione, salito a 315 milioni e del 18,4% dell margine d‘interesse.

La gestione patrimoniale e finanziaria del gruppo ha mostrato un calo dei proventi e profitti netti, pari a 651 milioni da 1,15 miliardi dell‘anno precedente per effetto di minusvalenze nette da valutazione e riduzioni di valore per 576 milioni (dai 207 del 2007).

Di questi 177 milioni derivano dal fallimento di Lehman Brothers e i richiamati 219 milioni di euro di rettifiche su crediti Unipol Banca.

Per leggere il testo integrale del comunicato diffuso dalla società i clienti Reuters possono cliccare su [ID:nBIA1995c]

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below