Pop Emilia, a breve piano, focu su margini, no aggregazioni - AD

mercoledì 18 marzo 2009 16:06
 

MILANO, 18 marzo (Reuters) - Pop Emilia Romagna (EMII.MI: Quotazione) stima di presentare ad aprile il piano industriale triennale 2009-2011 che sarà focalizzato sulle azioni di razionalizzazione e di miglioramento dell'efficienza senza obiettivi di operazioni straordinarie di M&A a breve termine.

Lo ha detto l'Ad della banca modenese, Fabrizio Viola, nel corso della presentazione dei risultati 2008.

"Il piano industriale 2009-2011 sta prendendo corpo e penso che ad aprile verrà formalizzato e presentato al Cda e al mercato", ha detto Viola

"E' un piano importante perchè più che avere la prerogativa di fare delle previsioni, ha l'obiettivo di guardare dentro la banca per migliorare la produttività commerciale, allargando la base dei servizi per generare maggiori margini e quindi maggiori ricavi", ha spiegato.

Il focus sarà quindi "il recupero di efficienza" anche attraverso l'accentramento, all'interno della struttura federale del gruppo, dei servizi e di alcune componenti di rischio che potrà fare dimunire i costi. Viola ha escluso al momento eventuali operazioni di aggregazione.

"Allo stato attuale l'attenzione strategica della banca non è quella di ricercare operazioni di tipo straordinario", ha risposto Viola ad una domanda su un eventuale ritorno del piano di aggregazione con Pop Milano (PMII.MI: Quotazione) dopo il fallimento di due anni fa.

"Ma è quello di lavorare con intensità nell'identificazione di misure di efficientamento e razionalizzazione", anche per "migliorare la produttività di ogni singola filiale", ha proseguito.

Un importante capitolo del piano sarà dedicato al ruolo di Meliorbanca acquisita dopo l'Opa sul capitale non posseduto terminata alla fine dello scorso mese. Meliorbanca "sarà lo strumento per servire meglio le imprese a livello di gruppo", ha detto Viola.

"Dopo una adeguata ristrutturazione e pulizia sarà la nostra testa di ponte in aree geografiche dove non siamo presenti o solo marginalmente, e l'orientamento è quello di sviluppare relazioni corporate, condizione preliminare per lo sviluppo della banca commerciale".   Continua...