Puma,calo Ebit sopra attese del 76,7% in trim4, titolo cede 6,8%

mercoledì 18 febbraio 2009 12:44
 

FRANCOFORTE, 18 febbraio (Reuters) - Puma (PUMG.DE: Quotazione), la numero tre mondiale dell'equipaggiamento sportivo, ha registrato un calo del 76,7% dell'Ebit del quarto trimestre a 12,2 milioni di euro, deludendo le attese degli analisti e facendo precipitare il titolo di quasi il 7%.

I ricavi sono invece saliti dell'11,3% a 561,3 milioni di euro mentre gli analisti interpellati da Reuters si aspettavano un Ebit di 48 milioni di euro e ricavi per 527 milioni.

Il gruppo, che fa capo al colosso francese del retail e del lusso Ppr (PRTP.PA: Quotazione) - proprietario anche di Gucci e Fnac - ha inoltre evitato di dare previsioni per il 2009 a causa della complicata congiuntura economica.

L'AD Jochen Zeitz ha tuttavia riconosciuto che sarà impossibile raggiungere il precedente obiettivo di vendite per 4 miliardi di euro da qui al 2010 e che non è in programma nessuna acquisizione.

Per l'esercizio 2008 la società di articoli sportivi ha proposto un dividendo di 2,75 euro per azione.

Alle 12,40, sulla scia dei risultati, il titolo cede il 6,83% a 123,68 euro, dopo aver toccato un minimo di seduta a 119,51 euro.