Parmalat pesante in borsa dopo revisione al ribasso stime 2008

lunedì 17 novembre 2008 10:24
 

MILANO, 17 novembre (Reuters) - Parmalat (PLT.MI: Quotazione) viaggia in deciso ribasso a Piazza Affari dopo che venerdì sera a mercati chiusi il gruppo alimentare ha annunciato una nuova revisione al ribasso della guidance 2008.

Intorno alle 10,15 il titolo lascia sul terreno il 3,58% a 1,238 euro, dopo essere arrivato a perdere fino al 5,8%. Con 8,7 milioni di pezzi trattati i volumi sono pari a circa un terzo della media di un'intera seduta.

L'indice S&P/Mib è sostanzialmente piatto.

Parmalat ha chiuso i primi nove mesi con un utile netto più che raddoppiato a 638 milioni di euro grazie soprattutto agli accordi transattivi raggiunti, ma ha tagliato le stime su Ebitda e ricavi dell'intero anno a causa dell'impatto della congiuntura economica internazionale.

L'Ebitda 2008 è adesso atteso tra i 310 e i 315 milioni di euro e il fatturato in crescita del 2,4% al netto dell'effetto cambio. A luglio Parmalat aveva già rivisto al ribasso le sue stime, fissando obiettivi di crescita del 3% per il fatturato e un Ebitda di circa 350 milioni.

In una nota Nomura sottolinea come le previsioni di Ebitda siano state tagliate più di quanto lo stesso broker si aspettava (aveva una stima di 338 milioni).

Considerando anche che il sentiment sul fronte del contenzioso dovrebbe restare sotto tono fino a metà 2009 "non vediamo né investitori fondamentali in cerca di nuovo valore né fondi guidati da eventi particolari attratti" dalla società, dice Nomura, che mantiene il rating "neutral".

Il broker ha rivisto al ribasso le stime 2009 sull'Ebitda del gruppo portandole a 292 milioni da 307 milioni, prevedendo un contesto di debolezza dei consumi in cui peseranno limitazioni sui prezzi, pressioni sui volumi e inflazione dei costi.