March 16, 2009 / 5:41 PM / 8 years ago

SINTESI - Italease, B.Popolare lancia Opa, sarà divisa in tre

5 IN. DI LETTURA

MILANO, 16 marzo (Reuters) - Banco Popolare BAPO.MI lancerà un'Opa volontaria totalitaria sul 69,3% non posseduto di Banca Italease BIL.MI al prezzo di 1,5 euro per azione con l'obiettivo di ottenere il delisting e di procedere alla riorganizzazione della struttura e dell'attività dell'istituto di leasing.

A Piazza Affari il titolo della popolare veronese ha chiuso in calo del 10,16% a 2,21 euro in netta controtendenza rispetto all'indice S&P/MIB .SPMIB in rialzo del 2,5% trainato dai bancari. Forte invece Italease che sale dell'11% a 1,462 euro.

Le operazioni di riassetto sono state oggetto di un accordo quadro con altri azionisti di Italease - Pop Emilia Romagna (EMII.MI), Pop Milano PMII.MI e Pop Sondrio (BPSI.MI) - e prevedono la costituzione di due nuove società finanziare (oltre alla stessa Italease svuotata di alcuni asset) nelle quali verranno concentrate parte delle attività e passività di Italease.

L'efficacia dell'Opa è condizionata al raggiungimento di adesioni pari al 90% di Italease. Bper, Bps, Bpm e Reale Mutua si sono impegnate a portare in adesione tutte le azioni detenute.

Riorganizzazone Asset Italease in Due Newco

"Siamo riusciti a chiudere il cerchio per dare un futuro a Italease", ha commentato Pier Francesco Saviotti, AD di Banco Popolare, nel corso della conferenza stampa di presentazione dei risultati. "Abbiamo sistemato questa spada di Damocle" che ha pesato sul titolo, ha aggiunto.

"Se non ci fosse stata l'Opa e l'accordo tra le banche azioniste non so cosa sarebbe potuto capitare a Banca Italease", ha proseguito l'AD definendo "congruo" il prezzo dell'offerta.

Nei dettagli, oltre all'Opa l'operazione prevede la creazione di una 'bad company' partecipata per l'80% dal Banco Popolare e per il restante 20% dalle altre banche nella quale confluiranno i crediti 'non performing' lordi non cartolarizzati di Italease per massimi 5 miliardi, a fronte di accantonamenti per 1 miliardo.

In una seconda NewCo (32,8% Italease e 67,2% gli altri) verranno invece concentrati i mutui/leasing 'in bonis' rivenienti in larga parte dal canale bancario per circa 5,9 miliardi. La 'vecchia' Italease, che sarà controllata al 100% da Banco Popolare manterrà asset per circa 10 miliardi.

Banco Popolare potrebbe poi vendere le attività di factoring riunite nella società del gruppo Italease, Factorit, oltre a alcuni asset immobiliari per i quali la banca ha già ricevuto richieste per avviare le trattative, ha detto Saviotti.

La banca è inoltre alla ricerca di un partner industriale per la gestione del patrimonio immobiliare inserito nella 'bad company'.

Tranquilla Su Liquidita' E Sostenibilita' Operazione

Contestualmente alla loro creazione le due NewCo saranno capitalizzate dai soci con un "equity tra 300-400 milioni ognuna", ha detto Saviotti spiegando inoltre che l'accordo con gli altri soci prevede che il funding della 'bad company' sarà a carico pro quota di tutte le banche azioniste, mentre la seconda NewCo sarà finanziata da Bper, Bps e Bpm. E' inoltre previsto un aumento di capitale anche per Italease il cui ammontare è ancora da definire quando saranno resi noti i dati di bilancio 2008 di quest'ultima.

Il manager ha più volte espresso rassicurazioni sulla capacità finanziaria e patrimoniale della banca per sostenere la complessa operazione.

"La posizione di liquidità del Banco Popolare per il triennio 2009-2011 è assolutamente positiva e in grado di soddisfare pienamente le eventuali ulteriori esigenze di Banca Italease", dice Saviotti aggiungendo che la banca sarà in grado di ricapitalizzare Italaese e di affrontare eventuali nuovi accantonamenti dell'istituto di leasing.

"Non avremo difficoltà di qualunque genere. Gli azionisti e bondholder possono stare tranquilli".

Impatto Su Core Tier 1 Banco Popolare Di 83 Punti Base

Per l'Opa è previsto un esborso massimo di 179 milioni, mentre l'uscita di cassa di propria spettanza per le ricapitalizzazioni delle due NewCo dovrebbe aggirarsi sui 300-350, ha spiegato l'AD.

L'impatto sui ratios patrimoniali di Banco Popolare post operazione complessiva è di 83 punti base sul Core Tier, di 107 sul Tier 1 e di 139 sul Total Capital Ratio.

Dalla possibile cessione delle attività di Factoring Banco Popolare ha un beneficio atteso di circa 15-20 punti base sul Core Tier 1.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below