CONTI TRIM3 - Fiat, attesi segnali positivi per target 2009

venerdì 16 ottobre 2009 14:46
 

 MILANO, 16 ottobre (Reuters) - Fiat FIA.MI si appresta a
chiudere un trimestre che dovrebbe confortare le attese per un
miglioramento dei conti nel secondo semestre rispetto al primo e
l'obiettivo di un miliardo circa di trading profit nell'anno.
 E' quanto emerge dalle previsioni di 8 analisti sui conti
che saranno diffusi da Fiat mercoledì 12 ottobre.
 "Prevediamo un buon Ebit di gruppo come anticipazione di un
secondo semestre più forte", dice un report di una primaria
banca estera.
 La previsione media degli analisti sul terzo trimestre
indica un fatturato a 11.865 milioni da 13.184 del secondo
trimestre dell'anno e da 14.296 milioni dello stesso periodo del
2008; trading profit a 249 milioni, da 310 milioni e da 802
milioni. Il debito netto industriale a fine settembre è visto a
5.603 milioni da 5.700 milioni di fine giugno 2009.
 Per l'auto fatturato atteso a 6.253 da 6.905 milioni del
secondo trimestre e da 6.636 milioni del 2008, trading profit a
118 da 155 e da 190 milioni rispettivamente.
 Sul terzo trimestre pesa ovviamente il periodo estivo e in
particolare il mese di agosto in cui le vendite di auto calano a
causa delle vacanze.
 Il terzo trimestre del 2008 era significativamente più forte
in quanto non si erano ancora fatti sentire con forza gli
effetti della crisi finanziaria e il mercato non aveva ancora
subito lo shock per il fallimento di Lehman Brothers.
 Il trading profit di Ferrari e Maserati, che non è incluso
nei dati dell'auto e dove Ferrari fa la parte del leone, secondo
le previsioni, varia tra 60 e 70 milioni circa.
 Ma il focus di investitori e analisti è la data del 4
novembre, quando Chrysler presenterà il piano industriale.
 "Alla fine se guardi le previsioni per fine anno e consideri
l'obiettivo di un miliardo di trading profit, che il mercato
pensa sarà raggiunto, è implicito un miglioramento dei conti
nella seconda parte dell'anno", dice un analista.
 "Tutta l'attenzione è concentrata su Chrysler", aggiunge.
 Un secondo analista prevede un trading profit di fine anno
di 900 milioni. "L'auto è andata bene nel trimestre, Iveco
male", dice. "Cnh CNH.N resta un po' un'incognita".
 Oltre al piano Chrysler ci sono gli interrogativi sul
rinnovo degli incentivi per il 2010. "E, in ogni caso, anche se
non verranno cancellati, sul secondo anno l'effetto è meno
deciso rispetto al primo", secondo un terzo analista.
 
 Di seguito le stime degli analisti:
 
 GRUPPO FIAT
                     media   mediana
 Fatturato           11.865  11.994  
 Trading profit         249     239     
 Debito ind netto     5.603   5.707   
 FIAT AUTO
                      media   mediana
 Fatturato            6.253   6.200   
 Trading profit         118     117     
 
 FERRARI E MASERATI
 Trading profit          67      67    
 Le medie sono state calcolate con le previsioni di Banca
Aletti, Banca Akros, Banca Imi, BofA, Cassa Lombarda, Credit
Suisse, Mediobanca, e un broker che non vuole essere citato