PUNTO 1 - Astaldi, target piano industriale conservativi - AD

venerdì 15 maggio 2009 19:09
 

(Aggiunge dichiarazioni vice presidente e contesto da paragrafo 8)

MILANO, 15 maggio (Reuters) - I target del nuovo business plan di Astaldi (AST.MI: Quotazione) sono conservativi e il gruppo non ha bisogno di nuovi finanziamenti.

Lo ha detto l'Ad del secondo maggiore gruppo di costruzioni nel cui piano si prevede un aumento degli utili del 20% medio annuo per i prossimi 5 anni [ID:nLD336566].

"Il piano è conservativo", ha detto Stefano Cerri nel corso di una presentazione agli analisti dopo la diffusione mercoledì del nuovo piano.

Astaldi, che è specializzata in grandi opere infrastrutturali, realizza la metà dei suoi ricavi fuori dall'Italia. Opera in Sud America, Est Europa e Algeria.

"Non siamo stati colpiti dal credit crunch, abbiamo diverse centinaia di milioni di affidamenti bancari disponibili. Non abbiamo bisogno di nuovo denaro dal mercato", ha aggiunto Cerri.

"Abbiamo oltre 300 milioni di euro di stand-by facility", ha detto.

Astaldi, controllata dalla famiglia omonima con una quota di capitale superiore al 50%, ha come principale concorrente Impregilo IPGI.MI, che voci non confermate in passato hanno indicato come possibile partner di una fusione.   Continua...